Lucera, 13 Giugno 2024

Lucera accoglierà altri 30 ucraini. I punti di vista di Matera, Pitta e Niro

 
 
di Costantino Montuori 
 
"Da oltre tre mesi il Comitato pro Ucraini di Lucera opera in una situazione di emergenza umanitaria accanto a scuole, associazioni, famiglie, volontari, interpreti". Lo ha reso noto la consigliera comunale, Antonella Matera. 
 
QUARANTA I PROFUGHI GIÀ PRESENTI A LUCERA 
 
Sono 40 i profughi ospitati in città. Si tratta, soprattutto, di madri con bambini. Di questi 15 si trovano nei terranei messi a disposizione dalla chiesa del Carmine, altri in alloggi di privati benefattori. In alcuni casi è stato seguito il canale di ricongiungimento con familiari e conoscenti già presenti sul territorio. 
 
UN QUINTALE E MEZZO DI FARMACI SPEDITI IN UCRAINA 
 
"È stato nominato un referente per ogni alloggio, come pure è stata avviata una raccolta fondi, mentre 1 quintale e mezzo di farmaci sono stati spediti in Ucraina", ha comunicato la capogruppo di Agricoltori per Lucera. 
 
"Terminato l'iter per il rilascio del permesso di soggiorno vi è adesso l'occasione per far rete tra le singole espressioni dell'associazionismo locale. In tutto questo abbiamo assistito al dolore delle madri ma anche ai sorrisi dei più piccini", ha chiosato Matera. 
 
I RINGRAZIAMENTI DEL SINDACO 
 
Il Sindaco Giuseppe Pitta ha esteso  un ringraziamento a "volontari, famiglie, associazioni e parrocchie per ogni loro risposta, spesso fornita in silenzio. Una rete di solidarietà che non pensavo potesse esservi", ha asserito. 
 
TRENTA LE PERSONE CHE RICEVERANNO ACCOGLIENZA 
 
Il primo cittadino ha fatto sapere che: "È stato approvato il progetto di Protezione Civile per l'accoglienza diffusa e di tipo familiare a favore di 30 cittadini ucraini. Un'opzione già verificata con i progetti 'Sprar'. L'obiettivo è l'autonomia dei soggetti interessati per renderli persone libere", ha rimarcato Pitta. 
 
LA PROPOSTA-PREMIO DI NIRO 
 
Francesca Niro di Con Lucera si è resa promotrice dell'idea di una cerimonia di riconoscimento ufficiale per quanti operano a sostegno della popolazione in guerra. L'iniziativa ha subito incontrato il sostegno del Presidente del Consiglio Comunale, Piero Di Carlo. Bisognerà, a questo punto, solo darle seguito. Presto e bene. 
 
(Le foto derivano dall'account FB del Sindaco e risalgono allo scorso 13 aprile)
Facebook
WhatsApp
Email