SPORT Altri sport         Pubblicata il

RED BULL CLIFF DIVING WORLD SERIES GARY HUNT È DI NUOVO IMBATTIBILE. DE ROSE SFIORA IL PODIO




Il sei volte campione mondiale ha battuto l’americano Steven LoBue, infrangendo tutti i record in un duello testa a testa. Ottimo risultato per l’italiano che chiude quarto e si conferma tra i migliori
Nessuno dei 45.000 appassionati radunati sabato 25 agosto intorno all’Opera House di Copenaghen avrebbe immaginato di assistere alla gara più serrata di sempre: nell’anno del 10° anniversario del campionato, la 70° tappa della storia della Red Bull Cliff Diving World Series, la quinta e più “nordica” della stagione, ha infranto ogni record.
I cliff diver più coraggiosi del mondo si sono tuffati dal tetto del Teatro dell’Opera nel cuore della capitale danese, dimostrando con le loro incredibili performance quanto il livello e la professionalità di questo sport stia velocemente crescendo.
L’inglese Gary Hunt e l’americano Steven LoBue hanno tenuto il pubblico con il fiato sospeso per tuttta la gara, in un testa a testa che ha decretato il vincitore solo nell’ultimo round: il Brilliant Brit ha conquistato per la terza volta consecutiva in questa location (la 32 in carriera dal 2009) il gradino più alto del podio, confermando di essere tornato in piena forma.
Incredibile risultato per Alessandro De Rose, che ha sfiorato il podio, arrivando quarto ad una manciata di punti da Paredes, dopo essere rimasto al secondo posto fino all’ultimo round: “Sono molto contento della gara: ho dato prova di un’ottima performance e ho conquistato il mio record personale di punti. Raggiungere gli altri atleti sul podio è molto difficile, perché eseguono tuffi molto complessi. Il mio obiettivo è fare sempre meglio per essere a un passo da loro e rimanere tra i migliori.”

Prima l’inglese Hunt, poi l’americano LoBue, hanno polverizzato il record di punteggio per il tuffo con il coefficiente di difficoltà più elevato. Il trentaquattrenne inglese ha ottenuto il centesimo 10 nella storia della World Series con un tuffo impeccabile nel primo round (3 salti mortali in avanti con mezzo avvitamento), mentre l’americano ha conquistato il miglior punteggio mai ottenuto per un singolo tuffo: due 10 per i suoi cinque salti mortali e mezzo, risultato che ha raggiunto per la prima volta da quando ha introdotto il tuffo nel 2013.
“E’ incredibile con quanto calore il pubblico di Copenaghen ci accolga quando riemergiamo dall’acqua dopo il tuffo: spero di tornare presto a tuffarmi qui – ha dichiarato Hunt – Durante la gara non ho pensato al punteggio: in Svizzera il mio ultimo tuffo non è andato bene e qui non volevo fare lo stesso errore. Solo
dopo essermi tuffato ho scoperto quanto fossero alti i voti. Il mio obiettivo resta vincere la World Series: darò il massimo per raggiungerlo, in questo sport tutto è possibile.”
“Viste le condizioni atmosferiche e i punteggi altissimi che sono stati assegnati, sono molto felice di come è andata – ha detto LoBue – Ho eseguito un tuffo da 8, il mio risultato più basso in gara: è incredibile essere riuscito ad arrivare secondo. Sono molto soddisfatto del mio ultimo tuffo: i due 10 sono un risultato memorabile! Nella prossima tappa inizieranno a delinearsi i papabili vincitori, ma abbiamo ancora due gare e devo mantenere alto il livello delle mie performance per rimanere al comando della classifica generale. Con il ritorno di Gary in piena forma e le sue due vittorie consecutive so che dovrò dare il massimo.”
Anche il Campione mondiale in carica Jonathan Paredes ha raggiunto il suo miglior punteggio della stagione: il messicano non è mai sceso al di sotto degli 8,5 punti, assicurandosi un altro podio e chiudendo la gara al terzo posto: “Il livello della competizione e la preparazione degli atleti stanno crescendo a ritmi velocissimi, soprattutto per quanto riguarda i tuffi liberii”.
Prima di volare in Italia per il Gran Finale di stagione a Polignano a Mare domenica 23 settembre, la Red Bull Cliff Diving World Series farà tappa a Mostar sabato 8 settembre, dove saranno in gara anche le atlete della Women’s World Series: pronti a fare il tifo per gli atleti più coraggiosi del mondo?
 

RISULTATI UOMINI QUINTA TAPPA | COPENAGHEN
1- Gary Hunt GBR 453.70pts
2- Steven LoBue USA 431.80
3- Jonathan Paredes MEX 419.75
4- Alessandro De Rose ITA 403.85
5- Andy Jones USA 393.70
6- Sergio Guzman (W) MEX 380.05
7- Constantin Popovici (W) ROU 375.10
8- Kris Kolanus POL 357.60
9- Oleksiy Prygorov (W) UKR 340.70
10- Nikita Fedotov (W) RUS 338.70
11- Kyle Mitrione (W) USA 325.75
12- Alain Kohl (W) LUX 264.65
13- Orlando Duque COL 149.40
14- Blake Aldridge GBR 139.20
Classifica generale dopo la quinta tappa
1- Steven LoBue USA – 700pts
2- Gary Hunt GBR – 610
3- Jonathan Paredes MEX - 550
4- Andy Jones USA – 440
5- Michal Navratil CZE – 410
6- Kris Kolanus POL – 400
7- Blake Aldridge GBR – 368
8- Alessandro De Rose ITA - 339
9- David Colturi USA - 330
10- Sergio Guzman (W) MEX – 240

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic