Lucera, 13 Giugno 2024

Il Santo del Giorno a cura di Nicola Spallone

  • DOM 09 GIU S. EFREM
  • LUN 10 GIU S. DIANA
  • MAR 11 GIU S. BARNABA
  • MER 12 GIU S. ONOFRIO
  • GIO 13 GIU S. ANTONIO DI PADOVA*
  • VEN 14 GIU S. ELISEO
  • SAB 15 GIU S. VITO
  • DOM 16 GIU S. QUIRICO

IL GIORNO 13 GIUGNO LA CHIESA RICORDA: SANT’ANTONIO DI PADOVA

NATO A LISBONA,( Portogallo) nel 1195 circa
MORTO A PADOVA IL 13 GIUGNO 1231

сантьантонио да падова SANT’ANTONIO DI PADOVA IN RUSSO
سانت انتوني بادوا Sant’Antonio di Padova in Arabo
帕多瓦的圣安东尼 Sant’Antonio di Padova in Cinese
パドヴァの聖アンソニー Sant’Antonio di Padova in Giapponese

Patronato: Poveri, oggetti smarriti, affamati
Emblema Giglio, Pesce
MARTIROLOGIO ROMANO: Sant’Antonio di Padova, sacerdote e dottore della Chiesa, che, nato in Portogallo, canonico regolare, entrò nell’Ordine dei Minori, per attendere alla diffusione della fede tra le popolazioni dell’Africa, ma esercitò con molto frutto il ministero della predicazione in Italia e in Francia, attirando molti alla vera dottrina; scrisse sermoni imbevuti di dottrina e di finezza di stile e su mandato di San Francesco insegnò la teologia ai suoi confratelli, finché a Padova fece ritorno al Signore.

Patávi sancti Antónii Lusitáni, Sacerdótis ex Ordine Minórum et Confessóris, atque Ecclésiae Doctóris, vita, et miráculis, ac praedicatióne illústris, quem, uno post illíus óbitum anno nondum expléto, Gregórius Papa Nonus in Sanctórum cánonem rétulit.

Sant’Antonio di Padova si chiamava Fernando di Buglione. A soli 15 anni divenne novizio nel monastero di San Vincenzo, tra i Canonici Regolari di Sant’Agostino. A 24 anni venne ordinato sacerdote. Successivamente entrò nel romitorio dei Minori mutando il nome in Antonio. Invitato al
Capitolo generale di Assisi, arrivò con altri francescani a Santa Maria degli Angeli dove ebbe modo di ascoltare Francesco, ma non di conoscerlo personalmente. Per più di un anno visse nell’eremo di Montepaolo. Su mandato di Francesco iniziò a predicare in Romagna, nell’Italia Settentrionale e poi in Francia. Il 13 giugno 1231 si trovava a Camposampiero e, sentendosi male volle rientrare a Padova dove spirò nel convento dell’Arcella. Dal 15 al 20 febbraio 2010, per sei giorni i fedeli hanno potuto venerare le Spoglie mortali di Sant’Antonio esposte nella Cappella delle Reliquie della Basilica del Santo, prima del loro ritorno alla Cappella dell’Arca. In vita Sant’Antonio operò miracoli quali esorcismi, profezie, guarigioni, compreso il riattaccare una gamba, recisa; fece ritrovare il cuore di un avaro in uno scrigno, riattaccò i capelli ad una donna, rese innocui cibi avvelenati ecc. Fu visto in più luoghi contemporaneamente con Gesù Bambino in braccio.

Nicola Spallone

Facebook
WhatsApp
Email