Lucera, 20 Maggio 2024

Al Teatro Garibaldi di Lucera: Federico II, falco della pace

E’ stata una serata magica quella vissuta al Teatro Garibaldi di Lucera da alunni, docenti e famiglie del Plesso di Via Pasubio dell’Istituto Comprensivo “Bozzini-Fasani” di Lucera. Dopo tre mesi di lavoro, infatti, grazie alla tenacia di alcune docenti, gli allievi delle due classi quinte hanno regalato alle proprie famiglie, ma soprattutto a sé stessi, una pièce teatrale di tutto rispetto che non ha nulla da invidiare alle compagnie teatrali.

Il tema scelto è stato il rapporto di Federico II con Lucera e la presentazione di un uomo che oltre ad essere stato un grande Imperatore rappresenta tuttora un riferimento sicuro per la pace tra le culture e soprattutto tra le religioni. Una ricerca storica curata dalla docente Anna Moccia che è riuscita a scovare dichiarazioni, poesie ed episodi storici che sono stati brillantemente tradotti in una sceneggiatura appassionante e appassionata che ha rapito il pubblico ma anche il Provveditore agli Studi Maria Aida Episcopo che ha assistito all’intera manifestazione. Molto curati, inoltre i balli medievali scelti e rappresentati grazie alla maestria di un’altra docente, Maria Graziano, che ha stupito tutti con coreografie originali e suggestive. Tutti i 25 alunni sono entrati in scena con abiti medievali, la cui ricerca storica è stata curata dalla docente Sandra Clemente. Ad inizio spettacolo c’è stato un vero e proprio Corteo Storico, con la presenza di sbandieratori, musici del gruppo “Puer Apuliae” di Lucera.

Un team docenti affiatato, che si è avvalso della collaborazione delle docenti Adele Tetta e Maria Rosaria Di Toro. Il Dirigente Scolastico Mario Tibelli dopo aver visto il pienone del Teatro e l’entusiasmo delle famiglie, spronando tutti a prendere esempio in quanto la scuola è fatta anche di passione, quella che conduce a risultati inaspettati per i quali la ricompensa non è affatto quella economica. Il Provveditore ha chiesto copia della registrazione per proporre lo spettacolo a RAI Educational quale esempio della provincia di Foggia delle buone pratiche scolastiche.

Emanuele Faccilongo

Facebook
WhatsApp
Email