Lucera, 16 Giugno 2024

Lucera 2.0, la loro scelta per le prossime regionali

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato ricevuto dal movimento politico di Lucera 2.0

Già alla fine dello scorso anno Lucera 2.0, in ottica di preparazione alla campagna elettorale, ha esposto agli Amici della coalizione (Lista Tutolo, Pagnotta, Lucera 2.0, Democratici per Lucera, Agricoltori, Lucera Revolution) la necessità di rinnovare il patto che legava le liste, nessuna esclusa, anche nell’ottica di un traguardo più ambizioso, ossia l’ambito regionale.
Ha proposto, dunque, al fine di individuare il candidato che sarebbe stato sorretto dalla intera coalizione, di discutere all’interno della ASSEMBLEA GENERALE composta dagli elettori, simpatizzanti e sostenitori di ogni singola lista facente parte della coalizione, la possibilità di proporre le PRIMARIE APERTE ALLA CITTA’.
Le primarie avrebbero consentito di elaborare, condividere e comunicare un programma ed un progetto lasciando la scelta del suo portavoce, in regione, alla cittadinanza e al nostro elettorato.
Lucera 2.0 ha sempre ritenuto che questo fosse il metodo migliore, poiché più trasparente, più aggregante, più vincente.
Trasparente perché il candidato non sarebbe stato scelto da pochi; aggregante, perché tutti avrebbero avuto la possibilità non solo di potersi candidare ma anche di poter semplicemente dire la propria con un voto; vincente, perché tanta gente sarebbe stata coinvolta ed invogliata a prendervi parte andando a votare ed il risultato sarebbe stato che migliaia di lucerini (proporzionato ovviamente all’impegno che ciascun gruppo di sostegno ad ogni candidato avrebbe impiegato) si sarebbero recati alle primarie di Piazza Pulita dando un segnale forte e chiaro dello straordinario consenso di cui la Coalizione gode ancora in città.
Alle primarie avrebbero avuto la possibilità di concorrere tutti: coloro che hanno appoggiato, sostenuto, anche candidandosi, la coalizione, i consiglieri, gli assessori.
La proposta di Lucera 2.0, vagliata dagli amministratori appartenenti le altre forze politiche della coalizione, non è stata accettata.
Successivamente (mese di febbraio scorso), è stata prospettata la candidatura dell’avv. Agnusdei, indicata direttamente dal Dott. Emiliano e non condivisa da Lucera 2.0, poiché “calata dall’alto” e non propria dell’amministrazione.
Il resto della coalizione, pur sostanzialmente condividendo la candidatura dell’avv. Agnusdei, tuttavia, ritirava tale nominativo per porre invece sul tavolo, la candidatura dell’amico e candidato dott. Michele Roesler, espressione questa, certamente proveniente dall’interno, dal cuore della coalizione e, perciò, condivisibile da parte di Lucera 2.0.
Roesler, presentato ufficialmente quale candidato dell’intera coalizione, tuttavia, rendeva noti gli intervenuti impedimenti a proseguire nella campagna elettorale, annunciando il proprio sostegno all’avv. Agnusdei.
Resta ferma, pertanto, la posizione di Lucera 2.0, già espressa in precedenza in merito alla individuazione della candidatura di Agnusdei, pur nel rispetto dell’uomo e del professionista.
Posizione che, si ripete, lungi dall’avere ad oggetto valutazioni personali e/o professionali sulla figura del candidato, è invece motivata esclusivamente dal metodo utilizzato (o dall’assenza totale di qualsivoglia metodo) che ha destato in tutti gli appartenenti a Lucera 2.0 grande rammarico.
Per questi motivi, Lucera 2.0 non sosterrà la candidatura dell’Avv. Agnusdei, e lascerà ampia libertà di coscienza ai singoli appartenenti al gruppo in merito alle prossime elezioni regionali.
In conclusione, è bene sottolineare che la dimensione regionale, non facendo parte del patto originario di piazza pulita, non comporterà alcuna conseguenza e ripercussione sul piano dell’amministrazione della città in quanto Lucera 2.0 continuerà ad impegnarsi con lealtà, fattivamente e proficuamente, nell’interesse della cittadinanza.

Lucera 2.0

Facebook
WhatsApp
Email