NEWS ON LINE Aziende e servizi         Pubblicata il

Il Santo del Giorno - a cura di Nicola Spallone




Ven 15 Giugno - S. VITO
Sab 16 Giugno - S. QUIRICO
Dom 17 Giugno - S. RANIERO
Lun 18 Giugno - S. CALOGERO
Mar 19 Giugno - S. GERVASIO
Mer 20 Giugno - S. ETTORE
Gio 21 Giugno - S. LUIGI GONZAGA*
Ven 22 Giugno - S. PAOLINO
Sab 23 Giugno - S. LANFRANCO

Il giorno 21 giugno la chiesa ricorda: San Luigi Gonzaga

nato a  Castiglione delle Stiviere il 7.3.1568

morto a Roma il 21 giugno 1591

San Luigi Gonzaga サンルイギゴンザガin Giapponese

San Luigi Gonzaga     圣路易吉贡扎加in cinese

San Luigi Gonzaga  in arabo  سان لويجي غونزاغا

Patronato: Giovani, Gioventù

MARTIROLOGIO ROMANO: Religioso che nato da stirpe di principi ed a tutti noto per la sua purezza, lasciato al fratello il principato, si unì a Roma alla compagnia di Gesù, ma logorato nel fisico dall’assistenza da Lui data agli appestati, ancora giovane andò incontro alla morte.

Romae sancti Aloísii Gonzágae, Clérici e Societáte Jesu et Confessóris, principátus contémptu et innocéntia vitae cleríssimi, quem, a Summo Pontífice Benedícto Décimo tértio adscríptum Sanctórum fastis et Protectórem juvénibus praesértim studiósis datum, Pius Papa Undécimus caeléstem Christiánae juventútis univérsae Patrónum confimávit solémniter atque iterum declarávit.

San Luigi Gonzaga, figlio del marchese Ferrante Gonzaga e di Marta di Sàntena, una contessa piemontese, fu educato fin dall’infanzia alle armi, tanto che a 5 anni indossava una mini corazza ed un elmo, rischiò di rimanere schiacciato sparando un colpo con un cannone. Ma pochi anni dopo aveva già deciso che la sua strada era un’altra: quella che attraverso l’umiltà, il voto di castità e una vita dedicata al prossimo l’avrebbe condotto a Dio. La prima Comunione la ricevette a 12 anni da San Carlo Borromeo. Poi decise di entrare nella Compagnia di Gesù e per riuscirci dovette sostenere due anni di lotte con il padre. Rinunciò al titolo ed all’eredità ed entrò nel Collegio Romano dei Gesuiti, dedicandosi agli umili ed agli ammalati durante l’epidemia di peste che colpì Roma nel 1590. In quel periodo trasportando a spalle un moribondo, rimase contagiato e morì a solo 23 anni nel 1591. È sepolto nella Chiesa di Sant’Ignazio di Campo Marzio a Roma.

Nicola Spallone

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic