NEWS ON LINE Città         Pubblicata il

Ospedale: Forte invita Abate a dimettersi insieme a lui


Francesco Forte componente della segreteria provinciale del PD


Notoriamente in disaccordo sulle posizioni connesse alla sezione cittadina del Partito Democratico, Francesco Forte, già pluri-assessore delle Giunte Bonghi e Morlacco, dal canale internettiano e informativo di Facebook, ha avanzato un’iniziativa quasi provocatoria, in previsione di un eventuale ridimensionamento dell’Ospedale Lastaria e di un suo accorpamento al presidio di San Severo come plesso distaccato.

Forte ha scritto di essere disposto a dimettersi da componente della segreteria provinciale, se Abate dovesse lasciare la cabina di comando di via Candida Mazzaccara a Lucera. L’ex amministratore, commentando la nota ufficiale di sdegno, a firma dello stesso Abate e pubblicata da diverse testate on line e in particolare da ‘Il Frizzo’, ha fatto conoscere la sua linea di pensiero: “ritengo, a questo punto, che per dignità politica l’intera direzione del PD locale, con a capo il segretario Abate, si debba dimettere per dimostrare che il nostro interesse è solo e soltanto salvaguardare l’assistenza sanitaria dei lucerini. Sono pronto a dimettermi da tutti gli incarichi di partito, aspetto un cenno dal segretario cittadino.” Insomma, non resta che attendere l’eventuale replica del diretto interessato, dunque, quella di Fabrizio Abate, coordinatore del Circolo ‘Giuseppe Parracino’.

E Campo chiama Vendola al confronto sulla sede ospedaliera lucerina...


Da Foggia, sede del tavolo provinciale democratico, il numero uno dei piddini di Capitanata, Paolo Campo, a sua volta ha reso noto che: le previsioni relative agli ospedali di Lucera e Manfredonia, devono essere meglio comprese e, se possibile, riviste: nel caso di Lucera verificando sino in fondo la possibilità di una piena sinergia con la Facoltà di Medicina dell’Università degli Studi di Foggia; nel caso del comune sipontino adottando, a saldi invariati, soluzioni che colgano meglio il bisogno di tutela della salute dei cittadini, a partire dai dati della ‘produzione’ e dai vincoli imposti dalle leggi in materia. Interventi tuttora possibili”.

Una ciambella di salvataggio, gettata nel mare delle proposte e delle proteste sul programma di rientro e di riordino dalla spesa sanitaria in Puglia? Non resta che aggrapparvici, se ci si riesce.

Costantino Montuori

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic