CULTURA Mostre         Pubblicata il

Arte contemporanea a Foggia

condividi


Albanese Giangrande Elastic-Group

Nuovi linguaggi in mostra presso la galleria Paolo Erbetta

 

La Galleria di Arte Contemporanea “Paolo Erbetta” a Foggia, via IV Novembre 2, presenta al pubblico, fino a fine Febbraio, sei interessanti artisti pugliesi, esempi importanti del contributo della nostra regione nell’ambito dell’arte contemporanea.

La mostra, inaugurata domenica 21 dicembre e visitabile Lunedì- Sabato 11.00/13.00 – 17.00/20.30 Mercoledì e Giovedì su appuntamento, accoglie lo spettatore con opere di Pierluca Cetera: figure che affiorano da uno sfondo lattiginoso fatto di velature irregolari sulla tela non trattata; soggetti realizzati in modo accurato, con una resa quasi fotografica che vengono poi ricoperti da questa vernice lattiginosa e lucidissima con la funzione di annullare  i forti contrasti e avvolgere le opere in atmosfere luminose e allo stesso tempo un po’ sospese.

Veniamo proiettati poi in Giappone dalle opere di Cristino Pallara che propone una massa catturata d’improvviso, senza una posa prestabilita catapultandoci nel mondo di alcune tifose ed una invece rigida e composta, formale e impostata del matrimonio scintoista nel quale è anche possibile percepire la tensione che scorre tra i vari “figuranti”; concentrandosi sull’attualità presenta quattro esempi dei teenagers giapponesi che amano vestirsi in modo stravagante mostrando tutta la loro creatività miscelando abiti tradizionali con vestiti gotici e moderni capi firmati, gli Harajuku. Tutto questo per confrontare il pubblico con una cultura diversa, per relazionarci con alcuni suoi aspetti e osservarla, così come i soggetti dei dipinti osservano noi.

Incontriamo poi Giovanni Albanese che presenta l’installazione “Eclissi” realizzata con un disco di ferro ossidato e lampadine a fiamma che evocano il fuoco e il sole,  sinonimi di energia, che hanno dato vita ad una serie di opere “fiammeggianti”; in questa occasione Albanese mostra la luce e il suo contrario.

Nello spazio successivo troviamo le istallazioni di Michele Giangrande: Hitler e la statua della Libertà che fanno parte di tutta una serie composta da diversi personaggi con il braccio in alto mostrando come lo stesso gesto assuma, in relazione al soggetto che lo fa, un significato diverso. Giangrande, che ci ha abituato a soluzioni sempre originali, non si smentisce e ci mostra un uso “altro” della rollina sostenuta da chiodi per modellare il profilo delle figure evocando “la Linea” di Osvaldo Cavandoli.

Pietro Capogrosso, riconoscibile dalle atmosfere tenui e immerse nella luce, presenta opere ispirate a Gagarin, il cosmonauta sovietico, che vanno ad aggiungersi alle precedenti serie ispirate a Pasolini e Majorana. Ama fissare il ricordo di personalità significative per la cultura e la scienza Capogrosso e lo fa (anche per i paesaggi) smaterializzando il soggetto ed ergendolo a icona: i volti hanno una specie di patina data del tempo che esclude qualunque contatto con il personaggio che smette così di essere un uomo per diventare un ricordo, un simbolo.

Le opere di Capogrosso assieme a quelle dell’ Elastic Group sono state presentate dalla Galleria Paolo Erbetta a Mosca.

Concludiamo proprio con l’ Elastic Group che di preferenza realizza video, e infatti ne troviamo uno anche in questa esposizione, per la prima volta però gli artisti hanno “concretizzato” dei pezzi della loro realtà virtuale in bellissime fotografie dagli effetti grafici molto originali che sembrano mostrarci entità lontane dalla sfera prettamente umana per avvicinarsi più a qualcosa di simile a spiriti; è l’intento del gruppo: creare una nuova dimensione in cui l’uomo e la macchina danno vita a qualcosa di inedito.

 

Mostra molto interessante sia per le personalità che espongono, sia per la possibilità che rappresenta di vedere opere di arte contemporanea. Consiglio inoltre la visita per la disponibilità del proprietario della Galleria, sempre pronto a fornire spiegazioni e chiarimenti.

 

Berenice Di Matto

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic