POLITICA Regione         Pubblicata il

Riforma della geografia giudiziaria, Tutolo soddisfatto dell'audizione in Senato

condividi


Dichiarazione del Consigliere regionale Antonio Tutolo, Gruppo Misto.

Procede l’iter istituzionale da me invocato circa la riorganizzazione dei tribunali ordinari con l’obiettivo di far riaprire la sede di Lucera. 
Dopo l’approvazione all’unanimità in Consiglio regionale della mia proposta di legge alle Camere, firmata da molti colleghi, sulle “Modifiche al decreto legislativo 7 dicembre 2012 n.155 (Nuova organizzazione dei tribunali ordinari e degli uffici del pubblico ministero)”, questa mattina ho presenziato all’audizione in Commissione Giustizia del Senato con la presidente Loredana Capone proprio in merito a quel dispositivo.

Sono soddisfatto di questo importante passaggio di oggi e sono anche speranzoso, poiché le argomentazioni esposte in maniera brillante ed esauriente dalla presidente Capone sono state riconosciute come legittime, oggettive e fondate. Siamo riusciti far capire che la nostra non è una mera questione di campanile, ma che si tratta di una vera emergenza giustizia. 
Se il Governo ha inteso audire le Regioni, è evidente che c’è quantomeno la volontà, se non proprio l’intenzione, di intervenire dove necessario e ripristinare le sedi soppresse. E mi auguro vivamente che tra queste ci sia Lucera.
Nel caso in cui il processo vada avanti, non dovremo che ringraziare il Governo, poiché come Regione Puglia, attraverso quella legge, abbiamo già fatto tutto il possibile, assumendoci anche oneri importanti, grazie alla sensibilità di tutti coloro che rappresentano i cittadini pugliesi. 

Il Tribunale di Lucera, necessario presidio di giustizia in terra di Quarta Mafia, è stato l’unico della Puglia a essere stato soppresso quasi dieci anni fa, lasciando in grave affanno l’ufficio giudiziario di Foggia.
Assicurare un miglior funzionamento della giustizia e contrastare con ogni mezzo la situazione drammatica relativa alla criminalità organizzata resta lo scopo primario della riapertura del tribunale lucerino. 
Lasciare su un territorio come quello Foggiano un solo tribunale, rispetto a un intero Molise che ne ha tre di tribunali ma è più piccolo per estensione e per popolazione, non ha avuto senso all’epoca della riforma della geografia giudiziaria e non ne ha ancor più adesso. 

La legge da me presentata prevede che il Ministro della Giustizia disponga, sulla base di apposite convenzioni, che sia stabilito il ripristino della funzione giudiziaria, nelle rispettive sedi, dei tribunali ordinari e delle Procure soppressi. Nell’ambito di queste convenzioni è però previsto che le spese di gestione e manutenzione degli immobili e di retribuzione del personale di custodia e vigilanza siano integralmente a carico del bilancio della Regione richiedente, o dei relativi enti locali. Rimarrebbero a carico dello Stato le spese relative alla retribuzione dei magistrati, del personale amministrativo e di polizia giudiziaria.
 
 

 

 

-- 

Ufficio Stampa
ANTONIO TUTOLO Consigliere Regione Puglia

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic