Lucera, 18 Luglio 2024

Presentato l’accordo tra Mònde e le Giornate degli Autori alla 80a Mostra del Cinema di Venezia.

Presentato l’accordo tra “Mònde” e le “Giornate degli Autori” alla 80a Mostra del Cinema di Venezia. All’interno della programmazione della 6^ edizione di “Mònde” ci sarà la presenza della sezione “Giornate degli Autori EXTRA”, una selezione di titoli tra quelli presenti nelle diverse sezioni della 20a edizione delle Giornate degli Autori. In programma anche una rassegna itinerante all’interno del progetto “Capitali pugliesi della Cultura”.

È stato presentato all’80a Mostra del Cinema di Venezia l’accordo tra “Mònde – Festa del Cinema sui Cammini” e le “Giornate degli Autori”.

Durante la conferenza stampa, svoltasi lunedì 4 settembre sul Lido di Venezia negli spazi della Casa degli Autori e moderata da Stefano Chiavarini, sono state illustrate le modalità della collaborazione.

All’interno della programmazione della 6^ edizione di “Mònde” ci sarà la presenza della sezione “Giornate degli Autori EXTRA”, una selezione di titoli tra quelli presenti nelle diverse sezioni della 20a edizione delle Giornate degli Autori, rassegna autonoma della Mostra del Cinema di Venezia, promossa dalle associazioni dei registi e degli autori cinematografici italiani ANAC e 100autori.

Inoltre, entro marzo 2024 avrà luogo una rassegna itinerante, sempre in accordo con le “Giornate degli Autori”, a Bari, Monte Sant’Angelo e Lucera all’interno del progetto “Capitali pugliesi della Cultura“, di cui Monte Sant’Angelo detiene il titolo per il 2024 e di cui Lucera, unica città pugliese candidata a Capitale Italiana della Cultura 2026, potrebbe raccogliere l’eredità come Capitale Regionale della Cultura 2025.

«È un onore per noi promuovere questa collaborazione con la Puglia e con “Mònde”, che ci permette di portare il cinema in territori marginali. Tutto questo è in linea con l’attività delle “Giornate degli Autori”, che mettono in campo attività per promuovere il cinema di qualità», ha affermato il Presidente delle Giornate degli Autori Francesco Ranieri Martinotti.

A spiegare le finalità dell’accordo è stato il direttore artistico di Mònde Luciano Toriello, che ha dichiarato: «Questo accordo ci permette di portare in Puglia film e autori di grande prestigio che, anche attraverso i linguaggi innovativi del cinema contemporaneo, stimoleranno il pubblico su tematiche di grande attualità, contribuendocosì alla formazione di una platea di spettatori sempre più attenta e consapevole. Al sesto anno Mònde conferma dunque la sua strategia, che vede al centro il welfare culturale e la valorizzazione delle aree interne attraverso il mezzo audiovisivo».

Si tratta di un tassello importante anche per Apulia Film Commission, presente alla conferenza con la Presidente di Apulia Film Commission Anna Maria Tosto e il Direttore generale Antonio Parente.

«La collaborazione tra il festival pugliese “Mònde” e le “Giornate degli Autori” rappresenta un ulteriore passo in avanti per una manifestazione in cui l’Apulia Film Commission ha creduto ed investito sin dalla prima edizione. Lo ha fatto perché “Mònde” è un festival che da sempre promuove il cinema che riflette sui temi dell’emergenza ambientale, della crisi climatica e della sostenibilità. Tematiche attuali e complesse, spesso agitate dai film selezionati per le “Giornate degli Autori”. Grazie all’accordo firmato in occasione della manifestazione veneziana, il percorso virtuoso di questo piccolo-grande festival da oggi continuerà, accompagnato da una delle più prestigiose istituzioni cinematografiche del nostro Paese», ha sostenuto Anna Maria Tosto.

A sottolineare l’importanza del cinema e di “Mònde” per il territorio di Monte Sant’Angelo è stata la Vicesindaco del Comune e Assessore alla Cultura e al Turismo Rosa Palomba.  «Il festival “Mònde” nasce dopo un periodo particolare e buio per il nostro Comune, è una luce che vuole segnare il passo e rivolgersi alla comunità, soprattutto ai giovani, per dare speranza. Sei anni fa abbiamo iniziato a lavorare con convinzione, investendo molto sulla cultura, fino a candidarci con “Un Monte in Cammino” a Capitale italiana della Cultura 2025 e a diventare Capitale della Cultura di Puglia 2024», ha sostenuto Rosa Palomba, con l’augurio di poter passare il testimone a Lucera come prossima Capitale regionale della Cultura.

«Essere nel tempio della cultura cinematografica per dare valore alla città di Lucera e promuovere la candidatura a Capitale Italiana della Cultura 2026 è un onore e un piacere impagabili che condivido con tutte le lucerine e i lucerini», ha detto il Sindaco del Comune di Lucera Giuseppe Pitta, che ha aggiunto: «Sono molto grato al sindaco di Monte Sant’Angelo, Pierpaolo D’Arienzo, per averci offerto questa preziosa opportunità nel giorno in cui la Città dei Due Siti Unesco si presenta come Capitale Pugliese della Cultura per il 2024. Anche grazie alla pregevole attività artistica di Luciano Toriello, oggi dimostriamo, una volta di più, che le città pugliesi sanno fare sistema e sanno costruire reti fondate sulla cultura, a maggior ragione quando si condividono retaggi del passato e visioni di futuro com’è per Lucera e Monte Sant’Angelo».

Presente alla conferenza anche il prefetto di Venezia Michele di Bari, già commissario straordinario sia di Monte Sant’Angelo che di Lucera. «Questo connubio con le “Giornate degli Autori” porta luce ad un territorio meraviglioso. Oggi a Venezia c’è un pezzo di Puglia che vuole creare condizioni migliori per due comunità che danno lustro all’intero territorio nazionale», ha sostenuto Michele di Bari sottolineando, inoltre, l’importanza di questi momenti culturali utili da una parte a formare le giovani generazioni dal punto di vista politico e sociale, dall’altra a fare squadra.

Facebook
WhatsApp
Email