Lucera, 18 Luglio 2024

Maria Teresa Infante La Marca al Circolo Unione di Lucera.





Sabato 1 aprile, con inizio alle ore 18,30, verrà presentato il romanzo La Sconosciuta (Genesi Editrice, 2022) della scrittrice e poetessa Maria Teresa Infante La Marca.

Dopo i saluti di Pasquale Frisi, presidente dell'Associazione Daunia&Sannio che organizza la manifestazione, e di Silvio Di Pasqua, presidente del Circolo Unione, sarà Pietro Frisi a dialogare con l'autrice.

L'appuntamento si avvale anche della lettura di brani del romanzo da parte di Valentina Faccilongo e dell'accompagnamento musicale di Greta Notarangelo.

La Sconosciuta può essere definito un “romanzo poetico” in virtù della sua struttura che alterna brani di prosa a versi poetici, benché anche la prosa si presenti, un realtà, in forma assolutamente poetica.

Il romanzo/poesia propone uno spaccato di realtà relazionale tra due individui che si amano e che può essere elevato a paradigma dei rapporti tra un uomo e una donna. Rappresenta l'esaltazione dell'Amore e della Vita, pur in uno schema di assoluta originalità e estrema godibilità di fruizione da parte del lettore.

La Sconosciuta ha un impianto basato su brevi capitoli che hanno tutti lo stesso titolo – A un'ora dal Destino – e sono alternativamente dedicati a Lui e a Lei. Per la verità un terzo “attore” esiste ed è l'Altra (la Sconosciuta), la parte più intima di Lei che Maria Teresa Infante offre all'intuizione del lettore attraverso un'encomiabile analisi introspettiva e psicologica mai pedante, tuttavia, e anzi piuttosto leggera e accattivante.

Protagonista silenzioso e pur sempre in agguato il Destino, imponderabile e indefinito, che sembra potersi materializzare da un momento all'altro da ognuna delle pagine del romanzo.

La narrazione scorre agile e insinuante, con un periodare mai pesante e spesso conciso e dal piglio perentorio. Molto accurata la scelta della parole, non banali e sempre funzionali alla vicenda e al contesto in cui essa si svolge.

C'è attesa per questa presentazione che rivelerà al pubblico presente un'opera dai risvolti certamente insoliti ma dall'impianto gradevole e facilmente fruibile.

Facebook
WhatsApp
Email