NEWS ON LINE Diocesi         Pubblicata il

Il Vescovo ai giovani ‘La vita non sia lotta ma una gara sportiva con cui realizzarsi’

condividi


 
di Costantino Montuori 
 
"La vita può essere vissuta come una lotta. Oppure come una gara. Le immagini televisive di questi giorni ci mostrano la crudeltà della lotta in danno di un popolo da parte di un altro popolo". Pensieri e parole di Monsignor Giuseppe Giuliano, Vescovo di Lucera-Troia. 
 
Il prelato le ha proferite in un apposito messaggio rivolto agli studenti lucerini. A partire da quanti, il 9 aprile, hanno preso parte al triangolare calcistico interscolastico pro Ucraina. 
 
IL TRIANGOLARE CALCISTICO DI BENEFICENZA 
 
Una benemerita e benefica iniziativa, assunta dal Lucera Sport/Lucera Calcio d'intesa con la Curia Vescovile e l'Itet 'Vittorio Emanuele III'. 
 
È stato proprio l'istituto di viale Dante a riportare la vittoria sul rettangolo di gioco, superando il Convitto Nazionale 'Bonghi' ed il Liceo 'Bonghi-Rosmini'. 
 
Il verdetto del campo, specie in quest'occasione, è passato in secondo piano se non in cavalleria. 
 
SVILUPPARE LE PROPRIE DOTI 
 
"Stiamo conoscendo la drammaticità della guerra che non pone limite alla barbarie. Ma la vita umana può essere vissuta anche come una gara. La gara attiva tutte le potenzialità dei partecipanti", ha proseguito Giuliano nel suo dire". 
 
"Ogni persona, infatti, è dotata di qualità e di doni: svilupparli con l'impegno e la fatica, assicura la soddisfazione del cuore e la bellezza all'esistenza". 
 
PACE SINONIMO DI GIUSTIZIA 
 
"Questo torneo di calcio mostra la positività della gara, ed educa a vivere la vita come incontro per l'affermazione della giustizia, nel rispetto delle regole dell'umana convivenza, e per la diffusione della pace, che sulla giustizia si fonda". 
 
UN AUGURIO PER GLI STUDENTI 
 
"Auguri ai ragazzi delle scuole di Lucera. La vostra vita non sia una lotta che abbrutisce, ma una gara con cui attuare le vostre enormi potenzialità. 'Buona vita', dunque! E saluti, con la benedizione del Signore", ha conchiuso il presule, affiancandosi ai giovani che lo hanno attorniato per una foto-ricordo. 
 
Un momento di partecipazione e condivisione da reiterare in futuro. Ne vale la pena.

Fotogallery n.
Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic