NEWS ON LINE Città         Pubblicata il

Alla '167' si chiede di curare meglio il patrimonio verde

condividi




Per taluni andavano tagliati, e da tempo, in quanto potenziale fonte di pericolo, per talaltri bisognava preservarne l'esistenza.

Parliamo dei pini abbattuti in via Luca della Robbia in piena 'zona 167'. Al loro posto prenderanno dimora degli olmi "nella speranza non li si lascino morire di 'sete' e seccare, per incuria, come le tante magnolie da poco piantate in viale Scarano".

Questo è il tenore dell'appello-denuncia lanciato, via Facebook, da Saverio Ritucci. Il tutto con tanto di corposo corredo fotografico che riproponiamo sulle nostre pagine.

Non più tardi del 13 ottobre erano stati sottoposti a taglio, nell'abitato lucerino, sei alberi ad alto fusto. Erano ritenuti pericolosi da cittadini e amministratori. Di questi tre si ergevano in viale Aldo Moro, due in via Napoli ed uno nel rione 'Porta Croce'.

IL PROGETTO PER VIA DELLA ROBBIA

Ma cosa ci si aspetta di vedere in via della Robbia? Gli interventi previsti interesseranno la riqualificazione di quel punto. Anzitutto scongiurando i fenomeni di allagamento e, quindi, migliorando il microclima. Spazio anche per il rifacimento del manto stradale, della fogna bianca e dei marciapiedi. Annunciata l'eliminazione delle barriere architettoniche con il ricorso a nove rampe per i diversamente abili. L'ultima parola, in fatto di consensi o dissensi, spetta all'opinione pubblica locale. Come sempre.

Costantino Montuori

Leggi anche: 'Sottoposti a taglio sei alberi pericolosi'

Fotogallery n.
Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic