NEWS ON LINE Aziende e servizi         Pubblicata il

Giappone, il fenomeno culturale del Pachinko: cos’è e come si gioca

condividi




Giappone, il fenomeno culturale del Pachinko: cos’è e come si gioca

Il Pachinko è un gioco giapponese che sta spopolando, e che sta diventando un autentico fenomeno culturale presso il paese del Sol Levante. Si fa riferimento ad una sorta di flipper verticale, che ricorda molto da vicino giochi come Pinball. Per via della sua semplicità, si tratta di un passatempo molto apprezzato, anche perché è in grado di assicurare tantissimo divertimento. Ecco perché oggi andremo alla scoperta del Pachinko, analizzandone vari aspetti.

Cos’è e come funziona il Pachinko

Come accennato poco sopra, il Pachinko è un vero e proprio flipper verticale, dunque il funzionamento è abbastanza semplice e intuitivo: l’obiettivo del giocatore è riuscire a collezionare punti sparando le sfere dentro il campo di gioco, e cercando in tutti i modi di non farle cadere sul fondo. Lo scopo è imbucarle nei fori situati di lato, così da ottenere delle speciali palline. È bene specificare che ci si trova di fronte a un gioco appartenente alla sfera del gambling, molto comune nelle sale giochi giapponesi, e che la sua genesi è da far risalire alla fine della Seconda guerra mondiale.

Se non siete mai stati in Giappone e vorreste provare a giocare a questo gioco, vi basterà sapere che oggi è possibile farlo anche online. Il Pachinko, insieme a molte sue varianti, sta diventando famoso in occidente grazie ad alcune piattaforme come ad esempio 888, di cui si possono trovare anche varie recensioni online utili per orientarsi nella scelta del portale. Grazie a queste piattaforme si avrà la possibilità di giocare a queste slot virtuali da casa, in tutta comodità, provando un’esperienza simile a quella che si potrebbe ottenere dal vivo.

Pachinko, dalle origini alla popolarità in Giappone

Per far capire quanto sia popolare il Pachinko in Giappone, basterebbe sottolineare il fatto che esistono centinaia di sale giochi dedicate esclusivamente a questo passatempo. Quest’ultime sono popolarissime all’interno del Paese e rappresentano per giapponesi e turisti un luogo d’intrattenimento unico. I dati sono da capogiro, con un indotto di circa 170 miliardi di euro. È un gioco che, come detto in precedenza, nasce sul finire del secondo conflitto mondiale nella città di Nagoya, situata nell’isola di Honsu. Da lì, con il passare degli anni, ha spopolato fino a diventare celebre in tutto il Paese. Il suo nome sembrerebbe derivare dall’onomatopea “pachi-pachi”, che i giapponesi utilizzano per indicare lo scoppiettio del fuoco.

Questo gioco è molto particolare nella sua gestione, in cui la vincita di denaro non è diretta proprio a causa delle palline. Per fare un esempio, spesso vicino alle sale da gioco si trovano dei negozi che convertono le palline, ossia ciò che viene direttamente vinto, in premi o prodotti che vanno dagli elettrodomestici fino ad arrivare ai videogames.

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic