NEWS ON LINE Diocesi         Pubblicata il

Solennità della Vergine Maria Assunta in Cielo

condividi


SOLENNITA’ DELLA Vergine Maria Assunta in Cielo
 
“Un grande segno apparve nel cielo una donna vestita di sole…..”
Ecco il segno della Vergine Madre che risplende davanti a noi gloriosa e già nella pienezza dell’Eternità, insieme a Gesù. Una vita compiuta in pienezza. Una vita che riceve la gloria del risorto. Una vita che, seminata nei solchi dell’umanità, con tutte le sue povertà e le sue risorse, con tutta la fede che viene dalla piena accoglienza della volontà di Dio, con la gioia di seguire Colui che è la Vita, riceve la pienezza della santità, la pienezza della gioia, la pienezza della Vita nella comunione della Trinità. Questa è Maria Assunta in cielo, nostra sorella, madre, avvocata, consolatrice, nostra Signora, Patrona e Regina… 
Oggi siamo anche noi invitati a vivere bene la nostra vita, come ha fatto lei, ben sapendo che quella stessa gloria ci aspetta…. Lei ancora continua a dirci: “Fate tutto quello che Egli vi dirà”… e …“…coraggio camminate nella verità del Vangelo, nella gioia dell’amore di Dio, nella condivisione generosa e solidale della vostra vita con i fratelli, specialmente i più poveri, e anche pe voi si compirà ciò che ora si è già compiuto in me!”.
 
Facciamo nostre, oggi, le parole di Papa Pio XII,  con la preghiera composta per la proclamazione del Dogma dell’Assunzione della Vergine al cielo:
 
O Vergine Immacolata, Madre di Dio e Madre degli uomini, noi crediamo nella tua assunzione in anima e corpo al cielo, ove sei acclamata da tutti i cori degli angeli e da tutte le schiere dei santi. E noi ad essi ci uniamo per lodare e benedire il Signore che ti ha esaltata sopra tutte le creature e per offrirti l'anelito della nostra devozione e del nostro amore.   Noi confidiamo che i tuoi occhi misericordiosi si abbassino sulle nostre miserie  e sulle nostre sofferenze; che le tue labbra sorridano alle nostre gioie e alle nostre vittorie; che tu senta la voce di Gesù ripeterti per ciascuno di noi: Ecco tuo figlio. E noi ti invochiamo nostra madre e ti prendiamo, come Giovanni, per guida, forza e consolazione della nostra vita mortale.  Noi crediamo che nella gloria, dove regni vestita di sole e coronata di stelle sei la gioia e la letizia degli angeli e dei santi.  E noi in questa terra, ove passiamo pellegrini, guardiamo verso di te, nostra speranza; attiraci con la soavità della tua voce per mostrarci un giorno,  dopo il nostro esilio, Gesù, frutto benedetto del tuo seno, o clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.                                                                                                   (Pio XII)

Fotogallery n.
Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic