POLITICA Regione         Pubblicata il

Tutolo:

condividi




 

Anche i Sindaci dell'alto Tavoliere affiancano la proposta di Antonio Tutolo per intervenire sulla Statale 16. E sembrerebbe vi siano le risorse per farlo. Ma occorre ridurre la tempistica imposta dalla burocrazia. Gli amministratori locali si sono espressi, in tal senso, con una lettera congiunta e diretta a Nicola Gatta, Presidente della Provincia. L'Ente di secondo livello, con la sua sede di palazzo Dogana a Foggia, ha ospitato una conferenza stampa sul tema. A convocarla, nella mattinata del 2 agosto, è stato proprio Tutolo. 
"La Statale 16 è il simbolo della disattenzione verso questo territorio. È il simbolo del menefreghismo nei confronti dei 600mila cittadini della provincia di Foggia", ha dichiarato alla stampa il consigliere regionale lucerino. Lui che, giorni prima, ha minacciato di occupare la Statale 16 per ottenere risposte.
"Mi pare di avere intorno un territorio che ha tutte le risorse per essere tra i primi. Se siamo ultimi è perché vi sono state, per molto tempo, scelte sbagliate disattenzioni, distrazioni e mancate risposte", ha asserito l'ex primo cittadino di Lucera. Quali le priorità per la Capitanata? Tutolo punta dritto sull'acqua, tanto per uso agricolo quanto per quello domestico, tenendo conto di una vocazione territoriale ben visibile agli occhi dei più. Senza che a pronunciarsi siano esperti di alta finanza o Nobel per l'economia come rimarcato dall'esponente della maggioranza governativa in Regione Puglia. "L'unica fonte di approvvigionamento si chiama diga di Occhito che è stata progettata nel 1957. Non è mai stata fatta la manutenzione alla galleria che porta l'acqua. E che, prima o poi, ti lascerà a piedi", ha ribadito Tutolo in mezzo ad una selva di microfoni. All'iniziativa pubblica hanno preso parte alcuni manifestanti del Movimento 24 agosto. Una sigla, questa, che si è già spesa al fianco delle Istituzioni daune. A partire dalla recente protesta, in piazza Montecitorio a Roma, per una più equa ripartizione dei fondi previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Quando si dice l'unione fa la forza. Caratteristiche spesso carenti in un contesto come il nostro. Sarà venuto il tempo di mutare registro? C'è da auspicarlo. 

Costantino Montuori

Fotogallery n.
Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic