POLITICA Comune         Pubblicata il

Matera invoca interventi su personale e patrimonio del Comune

condividi




È scontro a tutto campo sui sempre più esigui numeri per il personale dipendente al Comune di Lucera. A dirottare il faro su una criticità pressoché atavica è stato, sulle prime, Davide Colucci, consigliere comunale del Pd. L'avvocato lucerino ha chiesto lumi, per iscritto, circa la redistribuzione degli incarichi dirigenziali in quanto "c'è una strategia che non colgo", ha riferito l'esponente democratico. A rincarare la dose ci ha pensato Antonella Matera. La rappresentante del movimento civico Agricoltori per Lucera, ora in minoranza, ha parlato di un atteggiamento attendista e di una mancata visione progettuale da parte del Governo cittadino. Il riferimento è alle carenze numeriche rinvenibili nel personale in organico al nostro Municipio. Matera ha posato gli occhi su "uno Sportello Unico per le Attività Produttive deserto". Ma anche sull'assenza di un agronomo e sui deficit riscontrabili nei settori Commercio ed Agricoltura. Tenendo in considerazione le 90 domande di risarcimento per le gelate di febbraio in via di lavorazione. Non se la passa meglio il comparto del Patrimonio municipale con le verifiche da condurre sui 70 contratti di fitto per terreni ad uso agricolo. Senza che ci si scordi dei canoni di affitto per gli immobili di proprietà dell'Ente Comune. A partire da quello ubicato in piazza del Popolo. Di questo si è occupata Matera prendendo la parola nel Consiglio Comunale del 27 luglio. La Giunta Pitta bis è chiamata a mettere in campo ipotesi risolutive. La problematica, va detto, è almeno ultraventennale. 

Costantino Montuori

Fotogallery n.
Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic