POLITICA Regione         Pubblicata il

Il candidato alle regionali Puglia 2020 dott. Giuseppe Pica presenta il suo programma

condividi




Al centro del programma del candidato consigliere della Regione Puglia "la protezione dell’ambiente, la difesa della sanità pubblica, lo stimolo all’investimento sul territorio e il lavoro".

Mai come in questo momento è forte il bisogno di imprimere un processo di svolta alla nostra Puglia. Per questo motivo, ho deciso di ricandidarmi mettendo la mia esperienza di medico e di amministratore al servizio della nostra comunità. Il mio desiderio è contribuire, con voi, a creare una Puglia migliore per i nostri giovani e per i nostri figli”.

"Il mio impegno è quello di creare le premesse per una Puglia migliore, con un programma che verte principalmente su lavoro, sanità e ambiente".
Vogliamo una sanità nuova, vicina ai cittadini, attenta ai loro bisogni e alle specificità dei territori che compongono la Puglia. A partire da queste poche proposte, intendiamo avviare un percorso virtuoso con i cittadini, le associazioni, gli enti locali, le università gli operatori del mondo sanitario. La nostra idea è quella di lanciare una serie di forum tematici per costruire insieme la nuova governance della sanità e un'Amministrazione Regionale partecipata, aperta, trasparente e moderna.

Vogliamo mettere in atto questo obiettivo attraverso:

- Revisione della rete ospedaliera;
- Potenziamento dei servizi di assistenza domiciliare integrata;
- Implementazione del modello della "Sanità di iniziativa" (una sanità che non aspetta il cittadino sulla soglia, ma che sia capace di andargli incontro, raccogliendo la sua domanda di salute anche quando inespressa e prima che evolva con un aggravamento o una complicanza);
- Realizzazione del "Chronic Care Model" ossia un modello che si basa sul lavoro integrato di diversi professionisti, medici di famiglia, specialisti e infermieri per primi, e sulla capacità del paziente di intervenire sul proprio stato di salute;
- Riduzione degli sprechi;
- Rotazione dei dirigenti;
- Realizzazione di un nuovo piano sanitario e di un nuovo piano sociale integrato con la partecipazione attiva di tutte le forze vitali della Regione;
- Riorganizzazione dei servizi sanitari nei piccoli comuni e nelle aree montane;
- Revisione dei parametri per prestazioni specialistiche e farmaci con un occhio di riguardo alle categorie economiche e sociali più deboli.


"Per quanto riguarda il lavoro, è necessario creare opportunità all’interno della Regione e predisporre le giuste premesse per riportare a casa i tanti giovani che ogni anno si trasferiscono all’estero o fuori Regione non per libera scelta, bensì per necessità di trovare un’alternativa migliore".

Questo obiettivo può raggiungersi attraverso finanziamenti a fondo perduto per nuove imprese, incentivi a sostegno dell'imprenditoria femminile e giovanile e misure specifiche per avvicinare domanda e offerta di lavoro, nonchè misure straordinarie per la riqualificazione professionale e il ricollocamento di inoccupati e disoccupati nella fascia di età 30-50. E' necessaria una riforma della formazione professionale ed una più serrata cooperazione scuola-formazione-mondo del lavoro. Prevediamo inoltre finanziamenti alla ricerca scientifica e alle università.

"Anche la lotta per la sostenibilità ambientale ha sempre occupato un posto di rilievo nel mio programma politico".
La Puglia ha un grandissimo patrimonio naturale e culturale che va valorizzato. Come?
Attraverso il potenziamento delle infrastrutture del Gargano (strada a scorrimento veloce e potenziamento dei collegamenti eliportuali e aeroportuali con le principali mete turistiche), la destagionalizzazione dell’offerta turistica (soprattutto per quanto riguarda l’ambito religioso), la creazione di parchi letterari e la valorizzazione dei prodotti delle nostre terre attraverso il riconoscimento di marchi Dop, Doc e Igt (Indicazione Geografica Tipica). Potenzieremo i percorsi enogastronomici, creando un brand “Capitanata”.
Tra i nostri obiettivi il potenziamento della viabilità nei Monti Dauni (pedesubappenninica e altre infrastrutture), la messa a punto di specifici protocolli d’intesa e di pacchetti con gli operatori turistici per rendere le bellezze delle nostre terre più “appetibili”, la valorizzazione e messa in vetrina di aree protette(e specie) e parchi regionali, nonché la creazione di un fondo regionale specifico per l’attivazione di nuove imprese turistiche ed il potenziamento delle azioni di marketing del territorio.

Infine, ma non ultimo, è necessario valorizzare le strutture museali e consolidamento delle sinergie con Università, scuole, strutture ricettive, operatori di settore ed investimenti sulla larga banda per favorire la diffusione di internet veloce anche nelle aree marginali, nelle zone montane e nei piccoli comuni.

"È necessario un cambiamento e noi vogliamo essere lo strumento di questo cambiamento. Possiamo creare insieme le premesse per una Puglia migliore".

Visita il sito giuseppepica.it - Fb: Giuseppe Pica

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic