POLITICA Comune         Pubblicata il

Il voto tanto temuto ci sarà




Il voto tanto temuto ci sarà. Almeno una delle forze politiche in campo sperava che la data venisse spostata a maggio. Invece, il Presidente Mattarella firmando il decreto, ha sciolto il Consiglio comunale mandando Lucera a votare il 20 e 21 settembre, in concomitanza con la regionali e il referendum sul taglio dei parlamentari.

In meno di due mesi, le forze politiche dovranno serrare i tempi. E iniziare a parlare di possibili alleanze. Probabilmente, ai nastri di partenza non vedremo più Michele Consalvo-è stato candidato sindaco per il centro destra un anno e mezzo fà, nè si sa se avrà ancora voglia di cimentarsi in politica.

Sul versante della sinistra, Fabrizio Abate, dopo l'esperienza con Tutolo, e la buggeratura incassata per essere stato scavalcato da Pitta, quale candidato per il Movimento tutoliano, se n'è tornato fra i Democratici.Col dente avvelenato.C'è da capirlo... Si consolerà, con la candidatura a sindaco.

Nessun problema invece per i Cinquestelle, anche se pure loro hanno mal digerito la decisione di votare a settembre. Le amministrative per i grillini sono una iattura. Basta vedere i risultati.

Nell'area del centro destra soffia un forte vento di disagio. Si fa fatica a far ragionare i troppi pretendenti a un ruolo da protagonista.Il rischio è un remake dell'ultima tornata elettorale.Insomma un flop.

A meno che qualcuno- ma chi? -avrà la capacità di far ragionare costoro, mettendoli di fronte alle proprie responsabilità. Bando ai personalismi, alle vendette misere, alle furbate che si ritorcono come boomerang.

Insomma, tutto l'armamentario della non politica.Che ha portato Tutolo a stravincere, ancora, un anno e mezzo fa. Chissà se due lezioni di seguito sono servite...

                                                             Gianfranco Sammartino

Fotogallery n.
Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic