NEWS ON LINE Sociale         Pubblicata il

Al via l’asta solidale di opere d’arte sul portale “Sosteniamo Lucera”.

condividi




Idea nata da alcuni artisti della città che hanno messo a disposizione un’opera per alimentare un circolo virtuoso già attivo. Si parte con Antonella Tolve e Gianni Pitta. Aperta la chiamata a tutti gli artisti, di Capitanata e non solo.

Sosteniamo Lucera”, il portale che mette in rete tutte le iniziative di solidarietà della città, si arricchisce del contributo degli artisti.

Esprimere le proprie emozioni fa bene a tutti. L’arte, in tutte le sue forme creative, è un mondo in cui molti riescono a trovare conforto, suggestioni, bellezza, spazi di riflessione. E’ per questo che prende il via, su “Sosteniamo Lucera”, l’asta solidale di opere d’arte. 

L’idea è nata da alcuni artisti lucerini che hanno deciso di mettere a disposizione una propria opera per alimentare un circolo virtuoso già attivo. Il ricavato sarà interamente devoluto alla Raccolta Fondi del comitato. 

Si parte oggi, venerdì 8 maggio, con l’opera “Labbra da baciare” (Riproduzione Fine Art su tela, dimensioni 50×70), tratta dalla produzione Oggetti-Soggetti del 2008, in cui Antonella Tolve, artista del progetto PIT-POP, delinea oggetti e personaggi frontali a metà tra Roy Liechtenstein e la cartellonistica stradale, con uno sbeffeggio alla civiltà dei consumi ed elabora attraverso la sua segnaletica postconsumista, una sorta di marketing da collezione. “Labbra da baciare” è l’opera più rappresentativa di questa collezione ed esprime, attraverso una parodia pubblicitaria, la maniacale attenzione della nostra epoca per l’estetica e l’apparenza. Sarà possibile rilanciare il prezzo di partenza fino alle ore 20.00 di sabato 16 maggio, giorno in cui chi avrà offerto di più si aggiudicherà l’opera.

Subito dopo sarà messa all’asta l’opera “Sublime amore” (misura 45×56 cm circa, tecnica: colori acrilici e stucco) di Gianni Pitta, il cui lavoro spazia dalla pittura alle installazioni. Artista poliedrico impegnato anche nel campo del design industriale, dal 1994 dedica parte della sua produzione alla rappresentazione del kuore, senza mai più abbandonare questo tema che in parte lo rappresenta più di ogni altra cosa. “Passione, tormento, amore, forza, senza distinzione di razza o di età, il cuore appartiene a tutte le generazioni, e ci rappresenta quando senza usare parole, vogliamo rappresentare una azione emotiva che prescinde dalla nostra razionalità e che va oltre le superficiali apparenze”, spiega l’artista, la cui opera sarà all’asta fino alle ore 20.00 di sabato 23 maggio.

Intanto “Sosteniamo Lucera” fa appello a tutti gli artisti di Capitanata e non solo, perché ciascuno può mettere a disposizione la propria arte per gli altri.

“Presto potremo rivederci per raccontarci faccia a faccia tutto quello che stiamo provando in questi giorni. Intanto possiamo acquistare o regalare un “pezzo unico” d’autoreaiutando con un semplice gesto anche chi ha più bisogno”, affermano dal comitato.

Il portale, online a partire dal 10 aprile, ha già permesso di raccogliere circa 14mila euro.

È possibile donare il proprio contributocollegandosi al portale “Sosteniamo Lucera” (sezione Raccolta Fondi) o facendo un bonifico (Ragione sociale: Comitato “S.O.S. TENIAMO LUCERA”; Banca: 05034 – Banco BPM S.P.A. IBAN: IT61U0503478440000000002411)

Fotogallery n.
Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic