NEWS ON LINE Diocesi         Pubblicata il

Vangelo della Domenica: con la vostra perseveranza salverete la vostra vita




XXXIII domenica per annum – “Con la vostra perseveranza salverete la vostra vita…”

La Parola di Dio di queste ultime domeniche del tempo ordinario ci preparano alla conclusione dell’anno liturgico. Sono domeniche che ci proiettano nella dimensione escatologica della conclusione della storia e di questo mondo. Sono i discorsi che trattano degli ultimi tempi e del giudizio finale. Gesù ammonisce nel non lasciarsi distogliere o lasciarsi ingannare dai tanti falsi profeti degli ultimi tempi. Invita anche a non lasciarsi “terrorizzare” dalle tante situazioni di sofferenza e ingiustizia presenti nel mondo. Tempi difficili si presenteranno nella storia dei popoli, tradimenti e violenze faranno soffrire e daranno angoscia. La promessa di Gesù è solenne: non temete “Con la vostra perseveranza salverete la vostra vita”.

Sembra che questo brano evangelico, di oggi, sia il riassunto di uno dei tanti telegiornali che abbiamo ascoltato o ascolteremo appena ci metteremo a tavola. Tempi difficili, angoscia grande, terremoti, violenze e nubifragi, tornado e Tsunami, guerre e malattie ci chiudono il cuore e scoraggiano e annullano la speranza, già così debole nei nostri cuori a causa della situazione economica e socio-politica della nostra nazione. Gesù ci invita a non lasciarci ingannare dai nuovi “profeti da fine del mondo”, che continuano a confondere la mente e il cuore di tutti. La persecuzione che Lui annuncia dei suoi seguaci non ancora superata e  oggi ancora si perpetua in tanti posti del mondo. Cosa ci aiuterà a superare e a trasformare tutto questo: angoscia, paura, sofferenza, disperazione, persecuzione? Gesù al termine del brano ci consiglia la perseveranza come unico antidoto contro questo male che ci investe con tutta la sua violenza. La perseveranza è una virtù difficile da vivere. La potremo realizzare solo con la fedeltà,  la volontà ferma, la disponibilità alla grazia che ci rende capaci si sperare anche contro ogni speranza, la forza della misericordia che può sostenere la nostra speranza. Non temiamo, abbiamo il Signore dalla nostra parte e nulla, niente e nessuno potrà farci mancare al nostro appuntamento con il Padre che è nei cieli. 
Quando tutto si compirà per ciascuno  di noi, quando tutto passerà, la storia e questo mondo io desidero ardentemente di poter essere accolto dal Padre, lo vedrò e allora tutto avrà senso anche ogni gioia e sofferenza che avrò vissuto. Signore sostienimi perché sono debole e povero, rafforza la mia volontà e la mia speranza così sarò capace di perseverare!

don Luigi Tommasone

Fotogallery n.
Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic