SPETTACOLI Teatro         Pubblicata il

Francesco Meoni in scena a Lucera porta sul palco la vita di Tim e Jeff Buckley




Al Garibaldi continua la mostra fotografica dedicata
ai momenti più significativi delle scorse stagioni

lunedì 25 febbraio 2019, ore 20.30 - Teatro Garibaldi, Lucera (FG)

Dopo l’incanto dei racconti di vita di Piera Degli Esposti e la presenza magnetica di Fabrizio Gifuni nel suo corpo a corpo con Julio Cortazar e Roberto Bolaño, parole, musica e poesia tornano sul palco del Teatro Garibaldi di Lucera, grazie allo spettacolo scritto diretto e interpretato da Francesco Meoni, attore poliedrico e appassionato, quest’anno in tournée anche con il Don Chisciotte di Alessio Bonie Marcello Prayer.

Anteprima pugliese, in esclusiva per Lucera, “Once I was…Oltre la storia di Tim e Jeff Buckley”, , è il terzo appuntamento di PrimaVera al Garibaldi 2019, la stagione teatrale del Comune di Lucera a cura di Fabrizio Gifuni e Natalia Di Iorio.

Realizzato in collaborazione con Società per Attori, lo spettacolo di Francesco Meoni – in scena il prossimo lunedì 25 febbraio alle 20.30 nel Teatro Garibaldi di Lucera - nasce dalla biografia dei due musicisti americani, padre e figlio segnati dall’inevitabile, gocce pure in un oceano di rumore come ha affermato Bono Vox, vissuti fra gli anni ‘60 e gli anni ’90, per poi spaziare con la fantasia e soprattutto con il cuore.

Una storia che lascia graffi sull' anima cosi come una puntina rovinata solca sgraziatamente il vinile della loro musica. “Once I was… è una canzone di Tim Buckley, piena di ricordi esattamente come il racconto che porto in scena – ha raccontato Meoni - Esprime tutta la nostalgia, l’impotenza e la suggestione di chi una volta è stato Tim, ma anche Jeff Buckley, quasi i due fossero le facce contrapposte di uno stesso long plain. La storia che racconto parte da quella canzone e si sposa esattamente con una mia urgenza. Desideravo indagare il rapporto padre-figlio, per ciò che era stata la mia vita familiare, volevo far luce sulle dinamiche, i vuoti e le mancanze, i sensi di colpa e le ragioni”.

Meoni immagina una riconciliazione postuma, un confronto tra due uomini adulti, la gioia di una impossibile jam session insieme. E proprio per soddisfare il desiderio di ascoltarli dal vivo in questa partitura immaginaria, sul palco con Meoni ci saranno anche Vincenzo Marti alla voce e chitarra, e Giuseppe Panico alla tromba.

Lo spettacolo è “una confluenza ininterrotta di note, parole, sentimenti ed emozioni” in cui ritroviamo anche le hits dei Buckley da “I Never Asked to Be Your Mountain” e “Once I Was” di Tim a “Grace” e la reinterpretazione di “Halleluyah” di Jeff. Uno spettacolo psicologicamente intenso.

I biglietti sono disponibili a Lucera da Kublai - Libreria Dolceria (Via Gramsci 27) e online su Vivaticket Italia. INFO TICKET 0881.542669 -stagioneteatralegaribaldi@gmail.com

A raccontare il rapporto tra la città di Lucera e il suo teatro, invece, continua nel Foyer del Teatro Garibaldi la mostra fotografica con i momenti più significativi delle passate edizioni. La mostra resterà aperta per tutta la durata della stagione.

Ventotto scattirealizzati da Esther Favilla, che riprendono momenti di backstage, alcuni ritratti realizzati durante le prove e tutti gli spettacoli che si sono alternati nel corso dei mesi. In mostra anche alcuni scatti di Fabrizio Gifuni realizzati durante lo spettacolo “Ragazzi di vita” tratto dall’opera di Pier Paolo Pasolini, andato in scena, sempre al Garibaldi, per la chiusura della quattordicesima edizione del Festival della Letteratura Mediterranea.

La stagione teatrale “PrimaVera al Garibaldi 2019”è organizzata dal Comune di Lucera e dal Teatro Pubblico Pugliese.

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic