SPORT Altri sport         Pubblicata il

Pietramontecorvino, le ‘Aquile’ del motoclub voleranno nel weekend




Domenica 26 aprile la seconda prova del Campionato Nazionale Enduro
 
PIETRAMONTECORVINO –Dopo la gara disputata domenica 29 marzo scorso a Ottobiano (PV) il Campionato Nazionale Enduro (categ. Undr 23 / Senior) passa il testimone a Pietramontecorvino domenica 26 aprile.  Il Motoclub 'Le Aquile' di Pietramontecorvino è pronto ad ospitare l'importante circus del Campionato Italiano Enduro che in Puglia manca da oltre dieci anni.
E' un evento che il Motoclub è riuscito ad aggiudicarsi “sul campo”, grazie anche all’impegno del presidente Alessandro Alberto Lombardi: costituito nel 2011 ha cominciato a raccogliere successi con i suoi piloti già nel 2012; nel 2013 un suo pilota (D'Antino Piero) si è aggiudicato il campionato regionale nella sua categoria; e nel 2014 il Motoclub “Le Aquile” forte di 40 piloti associati, ha raccolto successi in ogni gara e in occasione della premiazione di fine anno organizzata dalla F.M.I. - Puglia, ha fatto man bassa di premi e riconoscimenti. L'impegno organizzativo e la grande vocazione agonistica del sodalizio non sono passati inosservati ai vertici della Federazione Motociclistica Italiana che ha puntato sulle “Aquile” per riportare l'Enduro nazionale nel sud d'Italia.
Per gara nazionale il Motoclub “Le Aquile” si è organizzato in maniera egregia: Festa dell'Endurista, in programma per la sera del 24 aprile, dedicata in particolare ai piloti ospiti e aperta a tutti; mentre il “parco chiuso” sarà allestito il giorno dopo in Piazza Municipio, per consentire agli appassionati di poter ammirare da vicino i piloti e le loro moto; la partenza ufficiale della gara avverrà alle ore 8,30 da Pietramontecorvino per spostarsi poi nei pressi della zona industriale.
La gara avrà il seguente svolgimento: spettacolare “cross test” in prossimità del Paddock (zona industriale – Pietramontecorvino); i piloti poi proseguiranno verso i Monti Dauni percorrendo circa 50 km di storici tratturi ed impervie  mulattiere tracciate moltissimi anni fa da persone che vivevano e lavoravano nei boschi del subappennino. Infine, dopo aver fatto tappa al monte più alto del subappennino nord (Monte Sambuco alt. 1.000 metri s.l.m.) faranno ritorno alla zona industriale di Pietramontecorvino: il tutto da ripetersi per 3 volte nell'arco dell'intera giornata. Sono previste aree riservate al pubblico che avrà libero e gratuito accesso a tutte le zone interessate dalla manifestazione; le partenze scaglionate (3 piloti al minuto) garantiscono uno spettacolo continuo dal mattino fino a pomeriggio inoltrato.
E' prevista la presenza di oltre 300 piloti (elite dell'enduro nazionale) provenienti da tutta la penisola nonché la presenza Tecnici Federali della F.M.I. Nazionale e di un numerosissimo pubblico di appassionati.
Quella del 26 rappresenta quindi una bella occasione per Pietramontecorvino, come sottolinea anche il sindaco Raimondo Giallella: “Sarà una bella giornata per la nostra comunità – dichiara il primo cittadino – avremo la possibilità, attraverso questo appuntamento sportivo, di mostrare anche le bellezze paesaggistiche di Pietramontecorvino e la nostra cittadinanza è pronta ad accogliere nel migliore dei modi i piloti”. 

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic