CULTURA Incontri         Pubblicata il

VIDEO - Prima edizione di 'Libando, viaggiare mangiando'

condividi


L'assessore al Turismo del Comune di Foggia, Giusy Albano

Foggia, 26 marzo 2014 – È stato presentato oggi in conferenza stampa a Foggia, nella Sala Consiliare del Comune, “Libando, viaggiare mangiando”, il festival del cibo di strada che dal 4 al 6 aprile animerà il centro storico della città con chioschi, pulmini itineranti, street art, presentazioni di libri, tavole rotonde, ospiti illustri, letture e spettacoli a tema.
“La nostra città, per la quale tanto ci stiamo spendendo, ha bisogno di iniziative di questo tipo”, ha affermato il Sindaco Gianni Mongelli che ha poi aggiunto: “il tema del cibo crea un mix positivo di elementi che rendono questa manifestazione unica ed estremamente interessante”.
“Libando, viaggiare mangiando”è stato fortemente voluto dall’assessore al Turismo del Comune di Foggia, Giusy Albano, perché la promozione del territorio passa attraverso gli eventi e la gastronomia.
“Quando ho accettato il ruolo di assessore, ha dichiarato Giusy Albano, l’ho fatto con la mentalità da imprenditore perché credo fortemente che sviluppare un territorio vuol dire sviluppare le imprese che sul territorio lavorano”. Oltre alla necessità di investire sul marketing territoriale e sul turismo, l’assessore ha sottolineato la difficoltà, incontrata nell’organizzazione della manifestazione, di reperire venditori ambulanti locali provvisti delle necessarie autorizzazioni.
A coordinare il lavoro organizzativo e la logistica di “Libando” è stata Gloria Fazia, dirigente del settore Cultura e Turismo del Comune di Foggia, che ha sottolineato l’importanza del binomio cultura-turismo. “Siamo in procinto di aprire a Foggia lo Iat, ha detto la Fazia, e il rilancio della città si baserà anche sulla gastronomia”.
A sostenere l’importanza dell’enogastronomia nel nostro territorio è stato anche il presidente della Camera di Commercio di Foggia Fabio Porreca che ha asserito: “la Puglia e in particolare la nostra provincia hanno degli asset importanti a livello mondiale, il grano duro, il pomodoro, le olive, l’olio. Il territorio cresce se fa della qualità dei prodotti il suo punto strategico, per questo dobbiamo far diventare Libando un evento che possa legarsi anche alla promozione turistica”.
E infatti a dare sostegno all’assessorato al Turismo, nell’organizzazione dell’evento, è stata l’associazione Di terra di mare che si occupa di promuovere i luoghi, in particolare quelli della Puglia.
“L’evento nasce dall’esigenza necessaria di valorizzare le bellezze del nostro territorio, ha riferito Ester Fracasso, presidente dell’associazione Di terra di mare, e il mangiare in strada fa parte del nostro modo di vivere, delle nostre tradizioni, della nostra terra”.
Ester Fracasso ha poi illustrato il ricco programma della tre giorni che vedrà a Foggia nomi importanti: Tinto, ovvero Nicola Prudente, autore insieme a Fede (Federico Quaranta) del volume “Sommelier … ma non troppo” e conduttore del programma cult di Rai Radio2 “Decanter”; Gigi e Clara Padovani, la coppia fondante del food writing italiano che ha scritto il libro “Street food all’italiana”; Carlo Cambi, critico gastronomico e fondatore de “I Viaggi di Repubblica”; Fabio Renzi segretario generale di Symbola, la Fondazione per le Qualità Italiane. Senza tralasciare le eccellenze del nostro territorio come Felice Limosani, curatore della Mostra EXPO 2015 “Nutrire il pianeta, energia per la vita" e gli chef Peppe Zullo e Mario Ottaviano. Quest’ultimo, presente in conferenza, ha ricordato la lunga tradizione del mangiare in strada legata al nostro territorio: “ricordo che mio padre pescava le alici e le portava in paese. C’era una cultura del mangiare in strada che si è persa, anche per le norme igienico sanitarie che da una parte hanno aiutato, dall’altra ci hanno rubato un pezzo di storia”.
Libando è stato organizzato con la collaborazione dell’associazione Streetfood, nata ufficialmente nel 2008, ma in piedi dal 2004 quando ancora nessuno in Italia parlava di cibo di strada,da un'idea del presidente Massimiliano Ricciarini che ha spiegato l’importanza del mangiare in strada nel nostro modo di vivere: “la gente cerca la qualità per strada, e noi con Streetfood portiamo una carovana di sapori attraverso tutto il territorio nazionale mantenendo alto il livello della qualità. Il cibo di strada oggi è una moda ma Streetfood vuol mantenere un profilo basso, al di sopra delle parti, affinché con il tempo, al di là di spettacolarizzazioni varie, torni a far parte del vissuto quotidiano".
“Libando”, il primo evento del cibo di strada nel sud Italia, ha visto anche la collaborazione dell’impresa creativa Red Hot che ha curato l’intera comunicazione dell’evento, dal naming all’immagine coordinata. “Libando è un nome evocativo, musicale, ha spiegato Maria Pia Liguori, project manager di Red Hot, libare vuol dire brindare, abbiamo pensato a qualcosa che portasse gioia. Il marchio raffigura il cartoccio, una delle prime forme di packaging”.
Presente alla conferenza stampa anche Daniela D’Elia, nella duplice veste di referente dell’Accademia di Belle Arti di Foggia che porterà in piazza la street art, e di protagonista, insieme a Claudia Vinciguerra, di letture e spettacoli per bambini dal titolo “Una cucina da favola”.
Libando, viaggiare mangiando” vanta il patrocinio di Regione Puglia, PugliaPromozione, CCIAA di Foggia, Confcommercio Foggia e Accademia delle Belle Arti di Foggia.
Alla manifestazione sarà presente il caravan vintage di escarGO’, un esempio di store itinerante rigorosamente Made in Italy che si presta ad essere utilizzato per lo street food.
Dal 4 al 6 aprile, in occasione dell’evento, il Museo Civico, la Cattedrale e gli Ipogei di Foggia saranno aperti al pubblico.
In allegato le foto della conferenza stampa e ilprogramma dell’evento.

GUARDA IL VIDEO

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic