CULTURA Mostre         Pubblicata il

Nel comune più piccolo di Puglia, Celle di San Vito, il workshop fotografico 'Il volto di un Paese'

condividi


Antonio Tartaglione – Il volto di un Paese – Celle di San Vito (FG) 28-29 luglio 2012

Inaugura venerdì 16 agosto 2013 ore 16.00 la mostra fotografica in cui sono esposti quattro lavori di ogni partecipante al workshop 2012 “Il volto di un paese” a cura di Antonio e Roberto Tartaglione. Nel corso dell’ultimo week-end di luglio del 2012 si è svolto un interessante workshop fotografico (“Il volto di un Paese”) nel comune più piccolo di Puglia, Celle di San Vito (FG). L’iniziativa è stata fortemente voluta dal Sindaco Maria Giannini è stata organizzata dall’Associazione Valle del Celone nella persona del suo Presidente il prof. Salvatore Lovaglio, docente all’Accademia di Belle Arti di Foggia e in collaborazione con lo Sportello Linguistico Francoprovenzale. Tutors del workshop sono stati i Fratelli Antonio e Roberto Tartaglione, fotografi professionisti operanti a Bari dal 1983. I partecipanti sono stati 7 (Antonio Cosma, Daniela Lovaglio, Gianfranco Torro, Leonardo Albano, Maurizio Filograno, Paolo Buscicchio, Paolo Miraglino). Scopo del workshop era avviare una ricognizione fotografica del paese e del suo territorio, centrata soprattutto sugli abitanti e sulla loro vita quotidiana. I partecipanti hanno lavorato sul campo sfruttando ogni situazione di luce e selezionando poi nel primo pomeriggio di domenica le proprie foto per offrire quasi in diretta una presentazione agli abitanti riuniti nella nuova aula multimediale del Comune. Le foto donate dai partecipanti al Comune costituiranno il primo nucleo del futuro Archivio Fotografico destinato a salvaguardare la memoria storica del Paese. Dal punto di vista fotografico il workshop ha permesso ai partecipanti di lavorare a stretto contatto con Antonio e Roberto Tartaglione, sfruttando con loro sia la luce naturale che quella artificiale, utilizzando il treppiede per sfruttare la possibilità di lunghe esposizioni (per esempio al tramonto). Inoltre il contatto full immersion per 48 ore con gli abitanti ha permesso il rapporto personale che è alla base della riuscita di un ritratto fotografico. La fase di selezione e di postproduzione del lavoro fotografico dei tutors, condivisa in diretta sullo schermo della sala comunale, ha permesso ai partecipanti di osservare anche la fase più personale e delicata del “racconto” fotografico, quella in cui l’autore seleziona le proprie foto e le sottopone al trattamento fotografico che ritiene più vicino alla propria visione.

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic