POLITICA Regione         Pubblicata il

2008: tariffe sempre più elevate




Nel 2008, scattano i primi rincari dalle  stime delle associazioni dei consumatori, che peseranno per 300 euro in più sul bilancio familiare, ma che potrebbero salire a livelli stimati tra fra i 1.000 e i 1.700 euro tra luce, gas, energia elettrica, alimentari, benzina. Secondo le associazioni dei consumatori saranno ritoccati in più anche la bolletta dell'acqua e le tariffe per la raccolta dei rifiuti, ma l'aumento più consistente per le famiglie sarà per i beni alimentari con rincari da circa 420,00 - 440,00 euro l'anno.

Già l'Autorità per l'Energia ha infatti fissato in +3,8% e +3,4% gli aumenti di luce e gas nel primo trimestre, i prezzi dei biglietti di Eurostar e Alta Velocità salgono del 15%, ma anche l’alternativa auto non è migliore,  per i pedaggi autostradali si prevedono rotocchi fino  al 3,61%.

In Puglia la situazione è ancor più grave, aumenteranno le aliquote Irpef e Irap e la benzina costerà più cara per l’aumento dell’accisa. Tutto per far fronte al deficit sanitario stimato attorno ai 200 milioni di euro. Si calcolano lo 0,5% in più l’aliquota Irpef che, si stima, interesserà 150mila contribuenti pugliesi appartenenti alla fascia di reddito tra 28 e 50mila euro. L’Irap aumenterà dell’1% mentre l’aumento dell’accisa sulla benzina è di circa 2,6 centesimi per litro.

Fotogallery n.
Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic