POLITICA Provincia         Pubblicata il

Carlantino al fianco dei suoi emigrati in Argentina




CARLANTINO – Comunisti Italiani e Comune di Carlantino in favore dei nostri emigrati in Argentina. Nei giorni scorsi, c’è stata una dura protesta dei nostri connazionali (fra i quali numerosi carlantinesi) nella regione argentina di Rosario contro il Consolato Italiano. Il motivo è riconducibile a una decisione presa dal Ministero degli Esteri italiano che ha disposto un contributo annuo di 600 pesos (circa 150 euro) a favore delle famiglie “italiane” che versano in condizioni economiche e sociali precarie, quei soldi però sono spendibili solo presso i negozi indicati dalla stessa Farnesina. Comprensibile i disagi dei nostri connazionali che, per usufruire del contributo, sono costretti a spostamenti poco agevoli per raggiungere i negozi indicati dal Ministero degli Esteri. I “nostri” argentini  hanno chiesto al Consolato Italiano di poter decidere in autonomia dove recarsi per spendere i soldi, dove, cioè, per loro è più utile e conveniente, lasciando, fra l’altro, inalterato l’importo del contributo stabilito.

 

A sostenere questa piccola battaglia sono subito scesi in campo il segretario provinciale del Pdci, Roberto Consiglio e il sindaco di Carlantino, Vito Guerrera. I Comunisti Italiani hanno investito della faccenda l’onorevole Jacopo Venier, membro della Commissione Esteri della Camera dei Deputati. Forte il clamore che la vicenda ha suscitato a Carlantino, uno dei paesi della provincia di Foggia che vanta il più alto numero di emigrati in Argentina. Non a caso, nel febbraio scorso, si è svolta la prima visita istituzionale del sindaco di Carlantino nello stato argentino, primo passo alla realizzazione del progetto “Un ponte con l’Argentina”. L’iniziativa (che ha lo scopo di collegarsi e ricongiungersi con i cittadini di origine italiana residenti in America Latina) vedrà il coinvolgimento anche della Farnesina, oltre che della Diocesi di Lucera-Troia, della Provincia di Foggia e della Regione Puglia.  Proprio l’ente regionale ha istituito il “Consiglio generale dei pugliesi nel mondo”, previsto nello statuto regionale e creato per rinsaldare i legami con gli emigrati pugliesi. Il progetto “Un ponte con l’Argentina” prevede la realizzazione di un complesso percorso di integrazione sociale, culturale ed economica tra i carlantinesi e i loro compaesani in sud-America al fine di realizzare continui scambi commerciali, di esperienze e di conoscenze che facciano conoscere e crescere le due comunità avvicinandole sempre di più. Tra le iniziative più importanti è prevista la costruzione, a San Nicolas, di una scuola materna interculturale italo-argentina e la ricostruzione della copia fedele della “Cappella della Santissima Annunziata” che a Carlantino è ubicata ai piedi di Monte San Giovanni. 

Fotogallery n.
Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic