POLITICA Provincia         Pubblicata il

VIDEO- Consiglio provinciale a Lucera: ok Odg contro chiusura Tribunale e sedi distaccate


I banchi riservati alla maggioranza di centrodestra
Gli avvocati del Foro lucerino e circondariale
Il Sindaco di Lucera Pasquale Dotoli seduto accanto al Presidente della Provincia Antonio Pepe


VISIONA IL FILMATO SUL CONSIGLIO PROVINCIALE DI OGGI A LUCERA


Trasloca a Lucera il Consiglio provinciale che, dopo la riunione dei capigruppo durata poco meno di un’ora, ha concordato di insediare, con 20 presenti e 11 assenti, la seduta in cui è stato licenziato un ordine del giorno contro la soppressione del Tribunale e della Procura della Repubblica di Lucera e delle sezioni distaccate di Apricena e Rodi Garganico ma non solo.

Si esprime netta e decisa contrarietà alla soppressione degli uffici giudiziari di Lucera, quale presidio necessario di legalità, si dichiara solidarietà istituzionale ai Sindaci ai quali è stato negato accesso al Ministero della Giustizia, si impegnano i parlamentari della Capitanata a intraprendere tutte le iniziative utili e necessarie, si legge nel documento, approvato con 17 sì e 1 astenuto.

Il voto è stato sì favorevole, ma non si è limitato, come nelle attese, alla richiesta di salvataggio per Lucera, Rodi Garganico ed Apricena, secondo quanto stabilito nella prima stesura del deliberato. Vi è stato un allargamento del dispositivo di intenti anche alle sezioni giudiziarie, ormai soppresse, di Cerignola, San Severo e Manfredonia. Sembrerebbe che un’indicazione di questo tipo sia venuta dal PD provinciale, per estendere il caso oltre i confini dei Monti Dauni e del Gargano Settentrionale.

Uno smacco per la maggioranza di centrodestra a palazzo Dogana, che con il consigliere e già Sindaco di Rodi, Carmine Danelli, aveva indicato una restrizione del campo di interesse a Lucera e alla cittadina garganica. E ciò per rendere più incisiva e diretta, con l’ausilio di numeri e parametri ministeriali, l’azione a sostegno degli uffici giudiziari facenti capo proprio alla realtà lucerina.

Presenti in aula consiliare, al primo piano del Municipio svevo, anche i Sindaci Cesare Baldi (Volturara Appula), Annamaria Giannini (Celle San Vito), Donato Dotoli (Volturino), Piccirillo (Casalvecchio di Puglia), Vecera (Peschici), Gianfilippo Mignogna (Biccari), Antonio Potenza (Apricena), con una rappresentanza istituzionale di Cagnano Varano.

Alla fine, in tre ore di discussioni e dibattiti con gli interventi da parte del Foro di Lucera e del Comitato per la difesa della legalità in Capitanata di cui vi riferiremo a latere, sì è addivenuti alla scelta di impetrare la ‘salvezza di tutto e tutti’, con il rischio di non mettere al riparo alcunché dalla mannaia ministeriale e governativa sulla geografia giudiziaria.
Lo sapremo entro il 15 settembre
, data di scadenza del mandato-delega delle Camere all’Esecutivo nazionale di Mario Monti.

Costantino Montuori

VISIONA IL FILMATO SUL CONSIGLIO PROVINCIALE DI OGGI A LUCERA

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic