POLITICA Regione         Pubblicata il

Ex Sindaco Trani e Presidenza pugliese contro chiusura Tribunale

condividi




Levata di scudi da Bari e dalla BAT che, per quanto tardiva, riporta l’attenzione dei media sulla chiusura del Tribunale di Lucera. È di oggi, infatti, la riflessione che l’ex Sindaco di Trani, Giuseppe Tarantini, dopo aver concluso il suo mandato quinquennale nella primavera scorsa, ha affidato a radiobombo.it. “Sto osservando con qualche brivido lungo la schiena la vicenda della chiusura di un antico e prestigioso Tribunale pugliese, quello di Lucera” scrive l’ex primo cittadino tranese.
“Questa volta l’affare non ci riguarda ma la mera questione campanilistica non può esimerci dal considerare che, con un colpo di scure si sta ‘tagliando’ non solo un antico Tribunale ma, conseguentemente, una Procura della Repubblica che, come ci consta dalla presentazione a Trani di un libro del suo titolare, Domenico Seccia, è stata in prima fila in questi anni nel contrastare il fenomeno della ‘mafia garganica’. Abbiamo imparato, da quel libro e da quel Procuratore della Repubblica, che un fenomeno criminale sussistente a pochissimi chilometri da casa nostra, e che fino a poco tempo fa era stato scambiato per una ‘faida’ tra pastori, consisteva realmente in una pericolosa e sanguinaria organizzazione mafiosa, propriamente definita come tale” ha annotato Tarantini in uno dei passaggi del suo intervento.

Ancora e sempre stamani, in un lancio dell’agenzia di stampa Asca, Onofrio Introna, Presidente del Consiglio regionale, ha affermato che: “Il Tribunale di Lucera è un presidio indispensabile di legalità in un territorio fortemente minacciato dalla criminalità…”
“…Sono certo che in particolare il Presidente del Consiglio Monti e il Ministro della Giustizia Severino vorranno tenere conto del ruolo del Tribunale di Lucera nel quadro della lotta alla mafia. La chiusura renderebbe più difficile il compito del pool antimafia barese, impegnato nel contrasto alle attività della criminalità organizzata. Al livello centrale non sfuggirà peraltro la portata di un fenomeno criminale locale molto insidioso, come la mafia garganica, che alimenta la faida interminabile che caratterizza da anni centri e campagne del promontorio, malgrado il lodevole impegno della Procura lucerina”
. Lo ha evidenziato Introna con le prime parole, venute sulla vicenda, dalla Regione Puglia.


Costantino Montuori


Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic