POLITICA Provincia         Pubblicata il

Bisogna riformare le comunita’ montante, non cancellarle




CASALNUOVO MONTEROTARO Con una lettera indirizzata al presidente della Regione Puglia, Ernesto Cicchetti – presidente della Comunità montana dei Monti Dauni Settentrionali – si appella direttamente a Nichi Vendola per scongiurare la chiusura degli enti montani, entrando nel dibattito apertosi in questi giorni circa l’opportunità di ridurre i costi della politica. Di seguito, il testo integrale della missiva.

 

Il disegno di legge con il quale Lei, Presidente Vendola, vuole sopprimere le Comunità Montane mi ha enormemente sorpreso, poiché non pensavo che un uomo politico della Sua esperienza e sensibilità verso i più deboli (e quindi verso le aree marginali quali le nostre) potesse puntare l’indice, relativamente ai costi della politica, contro le Comunità Montane e impedire, in questo modo, che le risorse della montagna vengano programmate e utilizzate dalle nostre comunità, negando per sempre il riscatto delle aree interne. Non credo proprio si possa affermare che questa Comunità Montana è carente di  progettualità inerente le nuove esigenze di governance, infatti questo Ente ha in essere  i seguenti progetti:

1)     Processo di Agenda 21 – Certificazione ambientale;

2)     PIT, Piani Integrati Territoriali

3)     Centri visita;

4)     LIFE Natura, rinaturalizzazione del fiume Fortore;

5)     Gestione del Catasto, in seguito a delega;

6)     Centri CAPSDA, (Centri di Accesso Pubblico ai Servizi Digitali Avanzati);

Con Infrastrutture ad alto livello tecnologico. Le Comunità Montane non sono un ring in cui l’appartenenza politica prende il sopravvento sulle responsabilità dell’Amministratore ma il luogo in cui riunirsi per discutere, programmando il nostro futuro e rendendo concreto il diritto di cittadinanza. Siamo disponibili, secondo il principio di democrazia e sussidiarietà orizzontale, a un confronto franco, senza ipocrisie e prevenzioni, per discutere di una riforma seria del governo della montagna. Una discussione e un confronto non condizionati dal momento, che possano portare a una inversione di rotta e alla dimostrazione tangibile di saper fare autocritica. Non mi sento parte di alcuna “casta”, ma insieme ad altri amici amministratori della montagna, sono sempre impegnato a tutelare e dare un futuro alle aree interne e montane e far sì che i sogni dei nostri giovani diventino realtà. I sogni tanto cari a Lei, Presidente.

 

Ernesto Cicchetti, presidente della Comunità Montana dei Monti Dauni Settentrionali

Fotogallery n.
Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic