SPORT Altri sport         Pubblicata il

Calcio giovanile: la strada giusta è quella dei vivai




Se siete alla ricerca di abiti formali per eventi speciali, è necessario visitare www.bridesire.it


La notizia è che il gruppo sportivo 'San Pio X' e la Juventus hanno formalizzato un accordo, in relazione al quale vi sarà piena collaborazione tra i due club circa la possibilità di visionare i giovani in attività e poterli eventualmente inquadrare nel prosieguo nell’organico delle squadre giovanili della prestigiosa società bianco nera. Questo interscambio di esperienze certamente premia la significativa attività svolta sin dalla nascita dalla società lucerina, che ha  avuto sempre un occhio particolare per i giovani desiderosi di cimentarsi col mondo del pallone.
Il 'San Pio X' è ormai una splendida realtà del nostro tessuto sportivo e un polo di aggregazione per tanti giovanissimi, ai quali si offre la preziosa opportunità di trovare il modo di impegnarsi in attività sane e formative dal punto di vista sociale. Naturalmente l’accordo con la Juventus offre a nostri ragazzi anche una vetrina speciale, posto che dal lavoro degli osservatori torinesi sarà possibile far venir fuori gli elementi più dotati tecnicamente e, perciò, in grado di essere trasferiti in un contesto nazionale. Sarà ovviamente un lavoro di selezione molto serio, perché la grande squadra campione d’Italia dovrà puntare la sua attenzione solo su quegli elementi oggettivamente meritevoli.  La 'San Pio X' giustamente è orgogliosa di questo riconoscimento, posto che è la sola della Capitanata e tra le sei pugliesi a porsi all’attenzione della società piemontese. Ed è tra le 57 del’intera nazione ad essere stata individuata quale società referente. Ovviamente, l’attività giovanile di questa società può determinare le condizioni per poter pensare anche un trasferimento nella squadra maggiore della città di elementi più rappresentativi, determinando quella osmosi di esperienze che soprattutto in questo momento sono indispensabili per poter pensare di fare ancora calcio a Lucera, tenuto conto che il futuro della prima squadra non volge al sereno.
Parliamoci chiaro: per come si sono messe le cose è utopistico pensare che si possa fare attività calcistica attraverso il ricorso a giocatori retribuiti e provenienti da altre società, perché le società praticamente non  hanno una autonomia finanziaria, né sponsor in grado si dare supporto.  In questo contesto, già in passato la 'San Pio X' ha dato il suo contributo, posto che dal suo serbatoio aveva già attinto Franco Apollo con buoni risultati. Dà speranza il fatto che in città lavorano molto bene alcune società  che praticano calcio giovanile, delineando un quadro confortante, che nella prospettiva potrebbe dare ottimi risultati. Questi club in qualche maniera sostituiscono il grande raccoglitore dell’Opera Nuova dei Padri Giuseppini, nel  quale in passato sono emersi elementi di grande valenza tecnica.  Queste considerazioni ci portano a richiamare la sensibilità istituzionale a sostenere queste società, che non chiedono molto e talvolta solo un pezzetto di terreno su cui far giocare i propri ragazzi. Lo diciamo perché in questi ultimi tempi si sono avuti diversi segnali di disattenzione proprio verso queste società, che sin sono viste costrette ad utilizzare i campi di gioco dei vicini centri subappenninici!


a.d.m.

DA LEGGERE ANCHE:

http://www.lucerabynight.it/zoom.asp?id=32590

San Pio X Lucera affiliato alla Juventus Football Club

http://www.lucerabynight.it/zoom.asp?id=32599

Il San Pio X verso il grande calcio con la Juventus


Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic