POLITICA Provincia         Pubblicata il

Celenza, in piazza le sedute del Consiglio comunale




CELENZA VALFORTORE – <Se sarà possibile, faremo i consigli comunali in piazza. Vogliamo garantire la più totale trasparenza>. Non è una provocazione quella di Francesco Santoro. Ieri sera, nella seduta d’insediamento della giunta, il sindaco – rieletto per il suo secondo mandato – ha spiegato che, quando le condizioni meteo lo permetteranno, le sedute dell’assemblea potranno tenersi nel “salotto di pietra” di Celenza Valfortore. Piazza Malice è l’agorà per eccellenza del paese, dove i celenzani si ritrovano e discutono, e nelle prossime settimane si trasformerà in una grande aula consiliare all’aperto. Ieri sera, nel primo ordine del giorno del nuovo Consiglio comunale era previsto il giuramento del sindaco e la nomina della giunta. La squadra degli assessori è composta da quattro persone: Filippo Bucco, nominato vice-sindaco e con delega ai Lavori Pubblici, Antonio Codianni al Bilancio, Matteo Grosso con deleghe a Sport e Agricoltura e, infine, Eugenio Bergantino per Politiche sociali e Affari Legali.

<Ognuno di noi si attiverà per il buon funzionamento della vita amministrativa – ha dichiarato Santoro – e svolgerà il mandato ricevuto dagli elettori con coscienza>. Qualche giorno fa, lo stesso sindaco aveva ringraziato tutta la cittadinanza nel corso di una festa per la sua rielezione alla carica di primo cittadino del comune celenzano. Santoro, infatti, dopo essere stato eletto sindaco cinque anni fa, ha bissato il mandato nella competizione elettorale svoltasi il 27 e il 28 maggio scorsi. La minoranza è composta da due gruppi poiché due sono state le liste che si sono opposte al primo cittadino riconfermato. Oltre che dai due candidati sindaci, Schettino e Rossi, i seggi destinati all’opposizione sono stati occupati da Fano Iamele, candidato con il primo e da Nicola Cerulli, candidato con il secondo.

 

Fotogallery n.
Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic