NEWS ON LINE Aziende e servizi         Pubblicata il

Alberto Longo porta il vino di Lucera sulle barche dei turisti

condividi


LUCERA/GARGANO– Si chiama ‘Seathink 4.7.7’ l’idea-progetto partorita dalla mente vulcanica dell’imprenditore lucerino Alberto Longo. La sigla, che sta per Sail, Eat and Drink (Naviga, Mangia  e Bevi) sembra una di quelle in voga nel gergo marinaresco e ha come scopo: “attrarre nella nostra terra di origine, la Puglia, amanti del mangiare bene, del buon bere e dei piaceri del mare e far conoscere nel mondo la parte Nord della Regione Puglia, la Daunia e gli splendidi paesaggi che offre il Promontorio del Gargano. Unire la passione per il mare alla scoperta dei luoghi incantati della zona garganica un binomio arricchito dalla degustazione dei prodotti unici del territorio, in abbinamento ai vini delle Cantine di Alberto Longo di Lucera.” Lo si legge sul sito Internet dedicato all’iniziativa.
“Il mondo di Seathink 4.7.7, è fatto per chi ama ‘vivere il mare’: condividere un’esperienza unica con amici e con persone che non possono fare a meno di sentire il vento nei capelli o tuffarsi in acque cristalline.
È possibile scoprire le bellezze del Gargano delle Isole Tremiti, lo ‘Sperone d’Italia’, protagonista di paesaggi mozzafiato, nei quali la vegetazione, ricca di colori, si unisce a spiagge, baie, calette e grotte da esplorare.
Un percorso sensoriale in una terra unica per profumi e colori, in cui si passa dal bianco delle alte scogliere calcaree all’azzurro trasparente del mare, per poi inoltrarsi nel verde intenso delle foreste e della macchia che ricopre il promontorio. In una zona caratterizzata da una marcata bio-diversità mediterranea, non poteva mancare la vite, fonte di vini pregiati, da sorseggiare tranquillamente a bordo, insieme ai piatti tipici delle nostre tradizioni culinarie.”
Su richiesta, gli ospiti saranno accolti nei vari punti di arrivo (Aeroporto o Stazione Ferroviaria di Bari o Foggia) e trasferiti sulla barca. Viceversa, allo sbarco, è previsto l'accompagnamento nel luogo di partenza (Aeroporto o Stazione Ferroviaria foggiana o barese). Dal Web, sul portale dedicato, è possibile verificare la disponibilità e prenotare l’itinerario ‘nautico-degustativo’ in almeno sei punti diversi della Montagna Sacra.
Prevista anche una visita guidata alle cantine ubicate a Lucera, in un’azienda agricola dell’Ottocento, che lo stesso Longo ha individuato come sede della sua impresa ed ha ristrutturato con l’obiettivo di produrre vini di qualità. Registri manoscritti conservati in azienda dimostrano che qui sorgeva l’antica cantina, attiva dal 1906 fino alla metà degli anni Sessanta, dei Cavalli, importante famiglia di Lucera. All’esterno, l’incantevole panorama con il Castello di Lucera e i filari di Falanghina, Montepulciano, Bombino Bianco e Nero di Troia, che raccontano con rinnovato valore la storia di questi territori straordinari, dopo un periodo nel quale sembravano destinati quasi all’abbandono.
Longo vanta presenze sul mercato nordamericano (Stati Uniti e Canada) e riconoscimenti di valenza nazionale e internazionale. Oggi, l’azzurrità del mare e le mille sfumature delle sue produzioni vinicole si fondono, animando un’iniziativa unica nel suo genere ed, a tratti, decisamente pionieristica della quale parlano, davvero bene, anche i network di informazione italiani e stranieri. 

Costantino Montuori

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic