NEWS ON LINE Cucina         Pubblicata il

Risotto alla marinara, un pieno di minerali e vitamine




Ingredienti per 6 persone

riso 600g
vongole 800g
scampi 133g
seppioline 133g
calamaretti 133g
aglio 2 spicchi
prezzemolo 1 ciuffo
carota 1
sedano 1
cipollotte 2
concentrato di pomodoro qb
olio extravergine di oliva qb
sale qb

Procedimento

Fate soffriggere nell'olio aglio e prezzemolo tritati. Aggiungete le vongole lavate accuratamente e lasciatele cuocere fino a quando non saranno tutte aperte. Sgusciatele e tritatele grossolanamente. Filtrate e tenete da parte la loro acqua di cottura. In una casseruola a parte fate lessare il resto del pesce con una cipolla, sedano, carota e sale.
Appena pronti sgusciate gli scampi e tagliateli, assieme al resto del pesce, a pezzetti. Filtrate e tenete da parte il brodo di cottura.
Fate appassire la cipolla affettata finemente in una casseruola possibilmente di coccio, aggiungete le vongole ed il loro liquido di cottura nel quale avrete fatto sciogliere due cucchiaini di concentrato di pomodoro. Unite anche gli altri pesci e lasciateli sobbollire per una ventina di minuti. Versate poi il riso e portate a cottura aggiungendo il brodo di pesce messo da parte, caldo. Servitelo al dente, ben caldo.

Buono a sapersi

Secondo le statistiche molti italiani mangiano il pesce solo una volta alla settimana. Visti gli enormi vantaggi di questo alimento i nutrizionisti consigliano di consumarlo almeno due-tre volte alla settimana. Nutriente come la carne, il pesce è più digeribile grazie alla presenza di tessuto connettivo.
I suoi grassi sono ricchi di composti polinsaturi quali gli omega 3, utili al buon funzionamento del sistema cardio circolatorio. Nel pesce si trovano minerali come il fosforo, il selenio e lo iodio (scarsamente presente in altri alimenti), che regolano le funzioni circolatorie, nervose e muscolari.
Il pesce apporta anche una discreta quantità di vitamine. I molluschi come le cozze, vongole e polpi e i crostacei come gamberi e scampi hanno un buon contenuto di zinco, magnesio, iodio e ferro.

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic