CULTURA Mostre         Pubblicata il

Personale Fotografica di Architettura Urbana di Francesco Stoppi

condividi


ART & THE CITY
Francesco Stoppi
Personale Fotografica di Architettura Urbana
a cura di ARADIA Art Management

16 - 29 aprile 2011
Caffè Tra Le Righe - Spazio Off
Via De Cesare, 13 - San Severo (FG)

Cosa hanno in comune gli architetti Le Corbusier, Lloyd Wright, Calatrava, Gehry, Zaha Hadid e i principi della Street Art Keith Haring, Basquiat e Bunksy?
L’Arte e…la Città!

Le Corbusier e Frank Lloyd Wright, due dei fondatori Movimento Moderno nonché due dei padri dell'urbanistica contemporanea, tra gli anni ’20 e ’30 del XX secolo, fusero l'architettura con i bisogni sociali dell'uomo medio, rivelandosi geniali pensatori della realtà del loro tempo.
Santiago Calatrava, influenzato da Le Corbusier e vicino all’idea di “Architettura Organica” perseguita da Wright, realizza progetti spesso ispirati alle forme ed alle strutture che si trovano in natura.
Frank O. Gehry e Zaha Hadid sono definiti “Deconstructivist Architects”. Il decostruttivismo è un movimento architettonico, nato alla fine degli anni ’80,  contrapposto alla corrente del Postmodernismo. I suoi metodi tendono a de-costruire ciò che è costruito.
Keith Haring, Jean-Michael Basquiat e Bunksy hanno dato forma e colore all’Arte Urbana. Una forma d’arte che si manifesta nei luoghi pubblici, spesso illegalmente, attraverso le tecniche più disparate: spray, sticker art, stencil, proiezioni video, sculture ecc… Questi artisti vedono le città come un posto in cui poter esporre le proprie creazioni, avendo la possibilità di coinvolgere un pubblico vastissimo.

Il trait d’union di questo spaccato dell’Arte Contemporanea è rintracciabile in un viaggio fotografico, tra l’Italia e la Spagna, documentato dagli scatti scenografici di Francesco Stoppi.
Arte e architettura si fondono nella fotografia.
Linee, forme, colori, volumi indagati da originali ed esperte inquadrature.
Testimonianze di realtà urbane che alternano strutture avveniristiche a luoghi caratterizzati da un elevato livello di degrado.
Immagini di città in costante movimento contrapposte a scenari attoniti e devastati da catastrofi naturali.
Il tessuto urbano ci circonda, emoziona, affascina, angoscia e lascia una traccia indelebile negli occhi di quanti, quotidianamente, riescono a viverlo intensamente.

Francesco Stoppi, 34 anni, fotografo fiorentino professionista, dopo un percorso di formazione in still life intrapreso tra Milano e Firenze, si dedica alla fotografia di paesaggio e si occupa inoltre di fotografia pubblicitaria e di matrimonio. Nel 2009 si trasferisce a Lucera, per motivi sentimentali, dove risiede e lavora presso il suo il suo studio fotografico situato all’interno della corte del Museo Civico “Fiorelli” di Lucera.

La sua ricerca dedicata alle forme dell’architettura urbana è presentata, per la prima volta, in questa personale organizzata da ARADIA Art Management di Eleonora Zaccaria e Roberta Fiano, in collaborazione con il Caffè Tra Le Righe di Paola Marino, a San Severo.
Sabato 16 aprile, alle ore 21.30, in via De Cesare 13, è previsto il vernissage della mostra che si potrà visitare fino al 29 aprile.
Per la serata d’inaugurazione sarà allestita una proiezione video di design, architettura e street art con montaggio a cura di Anthony Di Gioia.

Info: 
www.francescostoppi.it
www.aradiart.com

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic