POLITICA Provincia         Pubblicata il

Strade dissestate, si allarga il fronte della protesta


Il tavolo della riunione
La provinciale 129 Lucera-Roseto
La provinciale Pietra-Castelnuovo


Ieri, a Pietra, la riunione di 11 sindaci: “Dalla Provincia un silenzio indifferente”

PIETRAMONTECORVINO (Fg) – “Dalla Provincia di Foggia continua a non arrivare alcuna risposta al merito delle nostre osservazioni riguardo all’emergenza rappresentata dalle condizioni disastrate delle strade dei 13 comuni dei Monti Dauni Settentrionali. A questo punto, come abbiamo annunciato dieci giorni fa, non ci lasciano altra scelta: siamo pronti a prendere ogni iniziativa utile a rompere questo silenzio indifferente”.
Ieri, martedì 24 agosto, i sindaci e i consiglieri delegati di 11 comuni dell’Appennino Dauno sono tornati a riunirsi a Pietramontecorvino. All’incontro erano presenti o rappresentati da consiglieri delegati i sindaci di Carlantino, Casalnuovo, Castelnuovo, Casalvecchio, Celenza Valfortore, Motta Montecorvino, Pietra, Roseto Valfortore, San Marco la Catola, Volturara Appula e Volturino. “Nel comunicato stampa della Provincia di Foggia, numero 668 del 4 agosto 2010 (http://www.foggiacomunicazione.it/record_comunicati.php?Rif=6571), la giunta di Palazzo Dogana informava circa ‘le priorità d’intervento sulle arterie provinciali’ e la relativa delibera. Nell’elenco dei 18 interventi previsti, uno solo riguarda i Monti Dauni Settentrionali, un solo intervento per l’area che tutti sanno essere la più disastrata da frane e mancanza di adeguati livelli di percorribilità in sicurezza. Nell’elenco, dove sono totalmente assenti i comuni ricorrono sistematicamente i nomi di alcune città, vedi caso quelle più rappresentate nella giunta di Palazzo Dogana”. “L’assessore Farina parla di ‘toni aspri’, di ‘confusione tecnica’, dell’assenza di atti dai quali si possa desumere l’esclusione dei nostri comuni. Non vi è alcuna confusione, signor assessore, la situazione è chiarissima: nell’atto di indirizzo della Giunta di Palazzo Dogana dello scorso 22 luglio, a proposito degli ‘Interventi da effettuare nelle arterie provinciali per l’anno 2010’, nell’elenco dei 50 interventi programmati ce ne sono soltanto quattro riferibili all’area settentrionale dei Monti Dauni e tutti per lavori di somma urgenza, vale a dire interventi di rattoppo o poco più. Cosa fa l’assessore, prima firma poi fa finta di dimenticare? E’ la sua risposta a essere offensiva, non la nostra richiesta di chiarimenti nel merito delle questioni che riguardano migliaia di cittadini”. “Secondo la Provincia di Foggia, il problema della scarsa sicurezza delle nostre strade dovrebbe essere risolto con i limiti di velocità: 30 chilometri orari e passa la paura. A che ora devono partire i nostri studenti e lavoratori pendolari per raggiungere i luoghi di studio e di lavoro delle altre città della provincia? Non è una domanda polemica, è che siamo davvero curiosi di conoscere il parere dell’assessore e la sua risposta ai cittadini di questa provincia”.

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic