Lucera, 18 Luglio 2024

La Corale Santa Cecilia ad Assisi

Continua intensa la stagione artistica della Corale -S. Cecilia – don E. Di Giovine- di Lucera. Dopo aver esordito a settembre sugli schermi televisivi nazionali con la diretta su Rete 4 per l-animazione della S. Messa nella nuova Basilica di San Pio a San Giovanni Rotondo e sugli schermi delle TV pugliesi con l-animazione della veglia di preghiera in preparazione della festa di San Pio sempre nel paese garganico, la formazione corale lucerina ha proseguito la sua attività con una -duegiorni- di canto e spiritualità nella città del poverello d-Assisi: grande l-emozione provata dalla troupe canora per aver portato ancora una volta fuori dalle mura cittadine il nome della propria città.


Nella notte tra venerdì 7 e sabato 8 ottobre, in cento tra coristi e familiari abbiamo dato inizio a questa avventura che si è svolta sotto il segno della pioggia incessante che ci ha accompagnato per tutto il viaggio e del grande calore manifestato da tutti nel condividere l-esperienza.


Passeggiata nel centro di Perugia, visita al santuario di Santa Rita da Cascia, giro per Santa Maria degli Angeli, escursione a Spello: tutto questo prima del momento culminante di domenica 9 ottobre costituito dall-animazione della Santa Messa nella Basilica Inferiore di San Francesco, celebrata da padre Francesco Forcelli, frate lucerino e fratello di un nostro cantore, che attualmente svolge il suo ministero sacerdotale nella cittadina assisiate.


La Corale ha magistralmente eseguito i brani liturgici sotto la direzione di Pasquale Ieluzzi e con Riccardo Tibelli che ha dato voce alle canne del possente organo della basilica. Dopo la Santa Messa e la doverosa visita in religioso silenzio alla tomba di San Francesco, i coristi, emozionati e visibilmente commossi, sul sagrato, davanti a centinaia di casuali spettatori provenienti da ogni parte d-Italia e del mondo, hanno innalzato al cielo il solenne -Cantico delle creature- musicato da padre Domenico Stella, che ha risuonato in un-atmosfera di grande suggestione contemplativa tra le bellezze naturali del paesaggio umbro, accompagnata da una -utile, umile, preziosa e casta sora acqua-.


Dopo una passeggiata turistica per le vie di Assisi, con tanta gioia in cuore ci siamo rimessi in viaggio per il ritorno a casa.


La nostra passione per il canto corale ha fatto della -duegiorni- assisiate un momento importante in cui i membri della nostra associazione, insieme ai loro familiari, hanno condiviso esperienze ed emozioni rinsaldando i legami che fanno di noi un gruppo attivo sul territorio per la diffusione della passione per la musica e dei valori cristiani della vita.


 


Tiziana Frezza

Facebook
WhatsApp
Email