NEWS ON LINE Costume e Società         Pubblicata il

Roseto, compie 100 anni nonno Giovanni

condividi




Il nuovo centenario festeggiato il 1°novembre assieme a figli, nipoti e pronipoti

ROSETO VALFORTORE –Roseto Valfortore ha un nuovo centenario. Si chiama Giovanni La Penna, è un vecchietto in piena forma e continua a curarsi personalmente del suo orto, zappando un piccolo quadrato di terra posto sotto un grande albero di fichi. Nonno Giovanni ha quattro figli (due maschi e due femmine), 11 nipoti e 14 pronipoti. I suoi cento anni li festeggerà domenica. Il 1°novembre, infatti, nella Chiesa Madre di Roseto Valfortore, alle 10.30 si terrà una messa in suo onore, gli sarà consegnata una targa celebrativa da parte del Comune di Roseto Valfortore e l’arzillo centenario avrà accanto a sé tutta la famiglia e gli amici di una vita. Giovanni La Penna è il secondo centenario che Roseto Valfortore festeggia quest’anno. Lo scorso 29 gennaio, infatti, a soffiare su una mega torta con 100 candeline fu Bibiana Cascioli, una signora che celebrò il proprio compleanno assieme a tutta la comunità. Giovanni La Penna conserva le abitudini di sempre. Zappa la terra del suo orto, raccoglie i frutti del proprio lavoro, trova il tempo di chiacchierare con i suoi vecchi amici e ricorda con estrema lucidità le tappe della di una lunga storia che lo ha portato a vivere gli eventi più importanti dell’ultimo secolo. Dal 1909, anno della sua nascita, ha vissuto da bambino la tragedia della prima guerra mondiale; da adulto, ha conosciuto il dramma dell’orrore nazifascista e la rinascita di un intero Paese. Il boom economico, il periodo delle ondate migratorie dal Mezzogiorno alle città del Settentrione e del Nord Europa. Lui, però, è sempre rimasto indissolubilmente legato al suo piccolo borgo. Roseto Valfortore si caratterizza sempre di più come “il paese dove si campa cento e più anni”.

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic