POLITICA Comune         Pubblicata il

La protesta di Tutolo per il tribunale, arriva la Magistratura




Il sindaco di Lucera, Antonio Tutolo, ha annunciato, nel corso di una conferenza stampa, tenuta nell'atrio dell'ex tribunale, la mattina di venerdì 25 maggio, di avere ricevuto un avviso di fine indagini dalla Procura di Foggia, in riferimento al mancato adeguamento, chiesto al Comune, alle norme di sicurezza e antincendio dello stabile, dove il Primo cittadino sta effettuando da giorni una protesta, con incatenamento al cancello di ingresso, decisa per via delle condizione di semi abbandono in cui versa il settecentesco palazzo.
 
"Ritengo non fosse obbligo del Comune di Lucera effettuare negli anni passati quei lavori, per un motivo molto semplice – ha esordito Tutolo -. Noi non siamo i datori di lavoro per coloro che operano al tribunale. Nel 2013, il tribunale di Lucera viene chiuso; e quello di Foggia, accorpante, acquisisce la disponibilità di questi locali che utilizza come magazzino. Sono curioso di sapere – ha continuato il Sindaco – per quale motivo debba essere il nostro Comune ad intervenire con i soldi dei cittadini sugli aspetti che riguardano la sicurezza e le prescrizioni antincendio di un immobile che è stato messo nella disponibilità di altri, senza che vi sia una contropartita economica per Lucera".
 
Tutolo, sempre citando le norme di cui è costellata la faccenda, ha aggiunto che quando fu recapitata la nota con la quale si sollecitavano quei lavori, nel 2014, poco dopo l'insediamento della nuova Amministrazione, Palazzo Mozzagrugno non aveva la capacità economica per soddisfare tale richiesta.
Il capo dell'Ente di corso Garibaldi ha espresso tutta la sua fiducia nell'operato della Magistratura; ma, ora, la parola passa agli avvocati.
 
(s.r.) 

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic