NEWS ON LINE Diocesi         Pubblicata il

Vangelo della Domenica: Gesu’ vite e noi i suoi tralci




V domenica di pasqua anno B – Domenica di Gesù vite e noi i suoi tralci

 

La liturgia della Parola di questa V settimana di Pasqua presenta Gesù come la vera vite di cui noi siamo i tralci. Gesù ci ricorda che se non “rimaniamo in Lui”   noi rischiamo di morire. La linfa vitale della sua grazia e della vita nuova che ci ha conquistato sulla croce e nella sua resurrezione, se non passa da Lui a noi, rischiamo di morire, di diventare secchi e inutili. Il Padre allora taglierà e poterà ciò che non è vivo. Ecco la necessità di “rimanere” sempre pienamente innestati in Lui nella fedeltà.

Quante volte in questo brano ascolteremo il verbo “rimanere”. E’ una necessità fondamentale per il cristiano rimanere unito a Cristo  fonte della vita e della Grazia. Dobbiamo restare uniti a Lui attraverso la comunità dei fratelli, attraverso la Chiesa. Noi, pur sapendolo, cerchiamo altrove la vita, cerchiamo altrove e lontano da Lui altra linfa! Spesso ci illudiamo di poter trovare o in noi stessi, o fuori da noi,  quella Grazia e quella vita che solo il Signore ci può dare. Oggi Gesù ci ricorda: “senza di me non potete far nulla”!!! E’ vero solo con Lui potremo davvero portare frutto! Ci tocca portare frutto!... e dobbiamo portarlo con abbondanza! Sì, perché il Padre dal giorno del nostro Battesimo, e con tutti i sacramenti che ci ha dato e che noi continuiamo a ricevere, ha tutto il diritto di “richiederci” frutti di amore, compassione, perdono, misericordia, pazienza, disponibilità, abbandono, impegno, preghiera…. Questo vuol dire essere discepoli di Gesù: far in modo che la sua linfa vitale, il suo amore vero e totale, “passi” nella nostra vita e da noi “passi” nella vita degli altri. Chiediamo che il Padre “poti” dalla nostra vita tutto ciò che è contrario alla sua grazia e alla sua vita; “poti” le nostre incoerenze e peccati; migliori il nostro essere tralci inseriti nella vite che è Gesù perché dalle nostre opere, dai nostri pensieri e sentimenti, dalle nostre parole tutti possano comprendere in Chi “restiamo”, viviamo e siamo. “Rimanete in me… e porterete frutto”. Che tutto ciò si realizzi in noi!

Don Luigi Tommasone

www.parrocchiasangiacomo.org

Fotogallery n.
Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic