NEWS ON LINE Sociale         Pubblicata il

‘Oltre il bullismo’, Giornata di sensibilizzazione a Lucera contro il bullismo




Il 5 dicembre 2017, presso il cineteatro dell’Opera San Giuseppe in Lucera ha avuto luogo una giornata di sensibilizzazione alle problematiche del bullismo sia esso fisico, psicologico e digitale. La giornata denominata “OLTRE IL BULLISMO” è stata organizzata dalla Coop. Sociale Paidos, con la partecipazione attiva degli istituti comprensivi: Bozzini-Fasani, Tommasone-Alighieri, Radice-Manzoni, dell’Opera San Giuseppe, dell’o.d.v. Famiglia Murialdo e dell’impresa sociale Murialdomani, ed è nata dal presupposto di schierarsi apertamente contro il bullismo, di conoscere i modi attraverso cui questo si manifesta, dell’importanza del parlare quando si vede, del non voltare lo sguardo pur di non affrontare.

 La giornata è stata caratterizzata da un susseguirsi di video, di canzoni e di parole miranti ad un solo obiettivo, quello di affrontare un problema che non si può evitare perché minaccia, ammutolisce e distrugge. Tra i vari focus della giornata, la proiezione del corto “IL RAGAZZO COL PALLONE”, realizzato da Antonio Petruccelli, educatore della cooperativa Paidos, la proiezione dei video “UN SOGNO NELLA TESTA” colonna sonora del corto e  “NON SARO’ SOLO” realizzato dai ragazzi del Servizio A.D.E. in collaborazione con Francesco e Pietro Catignano, il video di presentazione del Servizio A.D.E. che ha raccolto alcuni dei momenti più belli delle varie attività svolte, la pièce teatrale “I BUONI PROPOSITI” messa in scena dagli allievi della compagnia “Teatro della Polvere” ed infine i lavori “DENUNCIO E DICO NO” e “LA FORZA TRANQUILLA”  realizzati dai ragazzi delle scuole medie Bozzini-Fasani e Radice-Manzoni.

Per andare “Oltre il Bullismo” è necessario capire cosa c’è da scalare, da saltare o da distruggere, “l’oltre” si trova solo dopo che si è osservato, studiato e fronteggiato un fenomeno che i ragazzi devono iniziare a conoscere esattamente per ciò che è, per la pericolosità che comporta, per le sfaccettature di futura propensione alla delinquenza che sottende. La Paidos non è certo novella alla voglia di parlare; da anni porta avanti il suo impegno nell’affiancare e proporre un sostegno ai ragazzi in difficoltà, sostegno riconoscibilissimo nel motto che essa da sempre sostiene, quello di essere “Dalla parte dei ragazzi, sempre!”, il che non si muove in legittimazione a qualunque azione compiuta da un minore, ma alla capacità di fronteggiare le situazione problematiche che i ragazzi devono affrontare, il tutto attraverso il dialogo, l’educazione e la progettazione di interventi mirati per agire su di esse. Non a caso la giornata è stata più volte motivo per citare il servizio A.D.E. servizio che si occupa della prevenzione e del trattamento del disagio minorile non cronicizzato. Un servizio che dal 2009 ha affiancato famiglie e ragazzi in situazioni di borderline della marginalità, marginalità in cui si riversano bullismo, lassismo, inazione e che attualmente è purtroppo inattivo, ed ha lasciato un grande vuoto nei tanti bambini del territorio che potevano beneficiare di questa grande opportunità.

Notevole è stato l’intervento della Prof.ssa Iorio, Dirigente dell’Istituto comprensivo Radice-Manzoni, la quale ha invogliato le istituzioni ad investire e a non sottovalutare, attraverso un’attenta e continua progettazione, tutti quei servizi che si prendono cura dei ragazzi e delle relative famiglie, di quei servizi che affiancano le scuole per non lasciare da soli i minori in situazioni di disagio.

Una giornata che si spera, abbia lasciato un segno indelebile nei tanti ragazzi presenti, un segno che ricordi il dovere morale di difendere dal bullismo, dall’indifferenza e dalla non azione per muoversi verso la consapevolezza, l’analisi e la presa in carico delle problematicità.

Chiara Pittari

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic