NEWS ON LINE Cronaca         Pubblicata il

San Severo: Polizia Penitenziaria sventa introduzione di stupefacenti in carcere




Gli agenti del reparto di polizia penitenziaria di San Severo, diretto dal comandante Giovanni Serrano – durante i controlli finalizzati al contrasto all'introduzione di sostanze stupefacenti,  come quelli che quotidianamente vengono svolti all'interno del Carcere, ha nuovamente sventato un tentativo  di introduzione di droga.
Infatti, lo scorso 18 ottobre  il personale in divisa ha rinvenuto una chiavetta usb e un pacco contenente circa 80 grammi  di sostanza stupefacente, tipo hashish all'esterno dell'edificio, quasi sicuramente gettata all'interno del muro di cinta per eludere i controlli di sicurezza.
 
Questo episodio di introduzione di sostanze stupefacenti non è il primo caso. La Polizia Penitenziaria di San Severo, negli ultimi tempi e nonostante la gravissima carenza di personale, ha sempre intercettato, trovato, denunciato ed evitato l' introduzione di sostanze stupefacenti nel carcere, grazie all'intensificazione dei controlli perimetrali della struttura carceraria.
 
"Intendo personalmente complimentarmi con la Polizia Penitenziaria di San Severo che ha portato a termine, positivamente, una operazione di polizia giudiziaria atta a sventare un tentativo di introduzione di sostanze stupefacenti all'interno del carcere": lo ha affermato la dott.ssa Patrizia Andrianello, Direttore della Casa Circondariale dell'Alto Tavoliere.
 
Il Comando di Polizia Penitenziaria ha provveduto ad inoltrare gli atti alla Procura della Repubblica di Foggia, ed aprire le indagini al fine di poter individuare gli autori. La sostanza rinvenuta è stata  sequestrata e messa a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.
 
a.z.

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic