HI-TECH Web Agency         Pubblicata il

Processo ´Vigilantes´, assolti Tarquinio e Cardinale assistiti dai legali Curtotti e Sisto




Assoluzione della Corte di Cassazione, con formula piena, per Lucio Tarquinio, consigliere regionale del Pdl, Nicola Cardinale ex direttore generale dell'Azienda ospedaliera foggiana, Francesco Caputo all'epoca dei fatti direttore dell'area patrimonio dei Riuniti e Rosario Laccetti della cooperativa di vigilanza 133. Sono cinque delle nove persone coinvolte nell'operazione Vigilantes, del dicembre 2005, relativa a presunti illeciti nella gara per il servizio di guardiania degli ospedali Riuniti di Foggia. L’accusa ipotizzava che Tarquinio avesse esercitato pressioni su Cardinale perchè facesse vincere l’appalto alla coop. In primo grado, il 27 febbraio del 2007, la prima sezione penale del Tribunale di Foggia condannò Tarquinio, Cardinale e Laccetti a 3 anni e 6 mesi di reclusione ciascuno; e Caputo a 2 anni e 4 mesi; furono inflitte condanne dai 2 ai 4 anni per gli altri cinque imputati del secondo filone dell’inchiesta. La seconda sezione penale della corte d’appello di Bari il 5 gennaio 2009 ribaltò completamente il verdetto di primo grado, assolvendo tutti e 9 gli imputati, sentenza contro la quale la Procura generale ricorse in Cassazione. Ad assistere legalmente gli avvocati di Foggia Michele Curtotti e Francesco Paolo Sisto. «Lucio Tarquinio, che quando venne arrestato era vicepresidente del consiglio regionale, ha adesso pieno titolo per chiedere i danni per l’ingiusta detenzione sofferta», hanno commentato gli avv. Curtotti e Sisto: «la Cassazione non ha potuto fare altro che riconoscere la completezza, in fatto e diritto, della sentenza della corte d’appello di Bari che assolse Tarquinio perchè il fatto non sussiste».

Info su www.studiolegalecurtotti.com

Torna indietro
Stampa
© Lucerabynight.it e una realizzazione mediaweb-grafic